L’artigianato varesino mostra anche le emozioni

"Gocce di Creatività" ha mostrato al meglio tecnica e creatività locali in un'edizione particolarmente poetica della mostra dell'artigianato artistico

Non c’è niente da dire: l’acqua è un soggetto che ispira. E si è ben visto alla affollatissima terza edizione (più di 3500 visitatori, 1000 in più dell’anno scorso) della mostra dell’artigianato varesino, organizzata come sempre dalla Camera di Commercio di Varese con Associazione Artigiani Cna e Acai e quest’anno chiamata "Gocce di Creatività" proprio in nome del tema scelto, cioè l’acqua e la sua preziosità.
Opere suggestive, gioielli particolarmente "acquosi" e preziosi, chicche straordinarie come profumatissime vasche da bagno in legno di cedro o tavoli in plexiglas "con le bolle": la mostra ha decisamente mostrato che la creatività abita anche qui.

Protagonisti innanzitutto dello spazio espositivo sono stati i gioielli, fatti di trasparenze e dalla forma per nulla scontata (nella foto sopra, "Trasparenze fluide legate" l’opera di Riccardo Visentin). Ma la fantasia degli artigiani si è scatenata in tutte le sue forme, come nel caso dell’originale Camino ridipinto a mo’ di faro da Giuliana Resotti e trasformato in portacandele. O l’originalissima "Pipa Balena" (nella foto sopra) pezzo unico perfettamente funzionante realizzato dalla Armellini Pipe, che nel corso della mostra è stato anche venduto: «L’avevo realizzata prima di sapere della mostra – spiega Vilma Armellini, creatrice del singolare oggetto – Ci è sembrato però a tema portarla a questa mostra».

La novità dell’anno è stata infatti un vero e proprio spazio di vendita, dove gli artigiani artistici hanno potuto esporre anche il resto della collezione: da legatori a orafi, da intagliatori di legno a pellettieri, che hanno potuto perciò non solo esporre ma anche vendere in uno spazio a loro dedicato le loro produzioni.
Opere con una forte componente artistica, spesso vere e proprie sculture in vetro o fil di ferro, ma anche opere concretissime benchè di grande suggestione, come le vasche in legno di cedro della ditta Fiore, piacevoli al tatto ma soprattutto profumatissime, realizzate materialmente da Francesco de Martino (quella ovale) e Massimo Gomiero (quella squadrata).
«Queste vasche da bagno in legno rappresentano la fusione tra tecnologia e artigianato – spiega Massimo Gomiero, che racconta come una delle due sia semplicemente incastrata, senza nemmeno l’uso di colle, e l’altra invece sia stata realizzata con frese controllate al computer – e vogliono rappresentare anche fisicamente l’incontro tra la tradizione del bagno, che una volta si faceva nella tinozza, e le forme più avanzate e funzionali». A Varesenews, Gomiero spiega anche come il pezzo che avrebbe dovuto essere in mostra per davvero era qualcosa di ancor più spettacolare della pur apprezzatissima vasca (ad un parziale risultava essere infatti uno dei pezzi più "gettonati" dal pubblico intervenuto, chiamato a giudicare l’opera preferita): si trattava infatti di un vano doccia "a pioggia", dove l’acqua scendeva, in una struttura di legno e su un pavimento di pietra, non a pressione, riproducendo appunto la sensazione della pioggia.

Un’idea, bellissima, che ben si sarebbe accostata agli acquari realizzati col vetro o agli spettacolari tavoli trasparenti a bolle.
Gocce di creatività è stata perciò un’edizione fantasiosa e poetica della mostra dell’artigianato, dove la tecnica e la fantasia artigiana varesina si sono scatenate e la bella giornata ha fatto il resto, aiutando l’artigianato artistico varesino a farsi avanti, con coraggio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Ottobre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.