Farioli torna consigliere regionale, ma solo per tre mesi

Il consiglio regionale rimpiazza Massimo Guarischi, sospeso, con Farioli; ma il sindaco (nonché assessore provinciale) fra tre mesi dovrà scegliere fra le cariche, e intende restare alla guida di Busto

 

Gigi Farioli torna ad essere, almeno temporaneamente, consigliere regionale. Il Consiglio regionale ha infatti preso atto
oggi, martedì 8 maggio, della sospensione dalla carica di consigliere di Massimo Guarischi (FI); e Farioli era il primo dei non eletti nella lista di Forza Italia. La sospensione di Guarischi era stata notificata il 23 aprile scorso con decreto del Consiglio dei
Ministri al Presidente del Consiglio regionale Ettore Albertoni; il decreto rilevava
l’incompatibilità tra l’incarico istituzionale di
Guarischi e la condanna penale a lui comminata in appello
. Pertanto Guarischi è da considerarsi sospeso fino al giudizio di terzo grado
della Corte di Cassazione.

 

Secondo quanto riferisce il comunicato ufficiale della Regione, prima
di abbandonare i banchi consiliari Guarischi ha preso la
parola e ha ringraziato i Consiglieri di maggioranza e opposizione
per “non aver mai speculato sulle sue vicissitudini giudiziarie,
dimostrando così che la politica sa dare anche importanti
messaggi umani
”. Guarischi ha poi ripercorso brevemente la sua
vicenda umana e giudiziaria, iniziata e compiutasi negli anni in cui
non ricopriva la carica di Consigliere regionale. In conclusione ha
sottolineato “di avere attualmente uno stato d’animo
improntato alla massima serenità e onestà, anche
perchè, come invece erroneamente riportato su alcuni giornali,
mai sono stato accusato per dazione o ricezione di denaro
”.

 
 

A
Guarischi subentra dunque l’attuale sindaco di Busto Arsizio Gigi Farioli, peraltro anche Assessore alle Politiche comunitarie della
Provincia di Varese: un caso di evidente incompatibilità delle cariche.
Farioli entro tre mesi dovrà pertanto scegliere tra la
carica di sindaco e quella di parlamentare regionale, comunicando
entro i tempi previsti la propria decisione al Presidente del
Consiglio regionale: ma ha già ampiamente lasciato ad intendere che, salvo clamorosi sviluppi, la sua scelta sarà per Busto.

 

In Regione Farioli ha già ricoperto due mandati da consigliere nelle file di Forza Italia: eletto in consiglio nel 1995, è stato presidente della
Commissione d’inchiesta sulla discarica di Cerro Maggiore e presidente del gruppo consiliare regionale di Forza Italia dal 1998.
Rieletto consigliere regionale il 16 aprile 2000 nella lista del
Presidente Formigoni, dal 12 luglio 2001 ha ricoperto la carica di
Presidente della Commissione speciale per lo Statuto. Poi, nel 2005, la bocciatura per un soffio (primo dei non leletti) e l’avvio di una nuova intensa fase politica, con l’assessorato in Provincia e in seguito l’elezione a sindaco di Busto.

 

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.