Fidimpresa, un bilancio sano (anche per le aziende)

Alla vigilia dell'assemblea annuale del Consorzio fidi CNA, resi noti i dati operativi di uno dei migliori "antidoti" ai problemi finanziari dei piccoli imprenditori

Aiuta le banche a fidarsi dei piccoli imprenditori, previene l’usura, consiglia "da imprenditore a imprenditore" cosa davvero serve, in termini di finanziamenti, all’azienda. 
Sarà per questo che il consorzio fidi delle associazioni è così richiesto dagli imprenditori varesini, ed è per questo che, a pochi giorni dall’assemblea annuale – prevista per il 7 maggio presso la sua sede in via Bonini 1 – Fidimpresa Varese, il consorzio fidi di Cna rende noti numeri in costante crescita.
 

Al 31 dicembre 2006 il numero dei soci è pari 4.361 di cui 3.666 imprese artigiane (84%) e 695 piccole e medie imprese (16%): con un costante aumento, nel corso degli anni, del numero delle imprese associate: nel 2001 erano 3831 mentre a fine 2006 sono 4361, con un incremento di oltre 500 unità.
I ricavi sono aumentati del 10,8 % rispetto all’esercizio precedente, e il 2006 si è chiuso con un volume di pratiche erogate pari ad oltre 40 milioni di euro, con un aumento dell’11% rispetto al 2005.

Un bilancio più che soddisfacente, in un contesto economico che manifesta grandi segnali di cambiamento.
«L’attenzione delle imprese a Fidimpresa è legato innanzitutto alla possibilità di accedere al credito in misura maggiore, e a condizioni migliori,di quello che potrebbe fare rivolgendosi direttamente alla banca – spiega il presidente di Fidimpresa Matteo Zambusi (nella foto) – il consorzio fidi viene utilizzato soprattutto in momenti di crescita: quando la piccola azienda con uno storico non significativo ha però unopportunità di aumentare la produzione o il fatturato. Noi possiamo dargli la fiducia e le garanzie che la banca, normalmente prudente vuole per concedere prestiti alle pmi»

Una importanza di valore sociale, forse ancora di piu’ nel futuro. E’ così
?
«L’entrata in vigore dell’accordo bancario di Basilea 2 e la continuità dell’ottenimento della controgaranzia, fino ad oggi erogata dal Consorzio Regionale Artigiancredit Lombardia, sono i punti nodali che Fidimpresa dovrà affrontare nell’immediato futuro Il nostro auspicio è che si trovino soluzioni adeguate, in grado di non disperdere il patrimonio di competenze e di professionalità della struttura che in tutti questi anni ha contribuito allo sviluppo di tante imprese artigiane e che il sistema CNA nel suo complesso riesca a cogliere le opportunità di sviluppo che il passaggio implica. Il lavoro compiuto in questi anni in vista di una fusione dei Confidi del sistema CNA della Lombardia deve proseguire e Fidimpresa Varese è disponibile a svolgere con impegno e convinzione la sua parte».

Il volume dei finanziamenti e degli affidamenti effettuati alle imprese associate negli ultimi sei anni è quasi raddoppiato: nel 2001 era infatti pari a quasi 27 milioni di euro, a fine 2006 superavano i 40. E nei primi mesi del 2007 la tendenza all’aumento dei fondi erogati sia come numero di pratiche sia come importi totali è confermato nella misura del 10% circa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.