Insieme per la vittoria, fino in fondo

Festa grande al PalaYamamaY per le ragazze del vollley bustocco. Parisi: «Successo straordinario, non eravamo favoriti». Farioli: «I valori della città trasfusi nella squadra»

Un pubblico straordinario per una squadra vincente. Anche oggi. Anche contro un’Arzano dura come il mogano, capace a tratti, soprattutto nel secondo set, di imporre un gioco basato su una difesa ferrea e le schiacciate micidiali di Nagy. Ma ci vuole ben altro per fermare le ragazze di coach Parisi: insieme hanno formato una vera corazzata che, nonostante tutto, è arrivata a destinazione. «Non eravamo i favoriti, e forse non ci credeva nessuno che avremmo tenuto fino alla fine. Questo rende il successo ancora più bello» commenta a caldo Carlo Parisi, forse ancora incredulo per l’entità dell’impresa compiuta dalle sue ragazze. «Complimenti a tutte, davvero, impgno e umiltà ci hanno portati lontano. Nessuno ci ha spianato la strada del successo nè fatto sconti: ci abbiamo creduto davvero solo dopo aver battuto Roma qui al PalaYamamaY, perchè loro ci erano rimaste alle calcagna tutto il torneo senza cedimenti». Una grande sfida, quella della serie A1, del confronto con squadre di rango assoluto e campionesse fra le più grandi al mondo, attende ora la società e le ragazze – l’impatto con la nuova dimensione sarà sicuramente difficile. Parisi non si sbilancia, perchè domani è un altro giorno: «Per ora festeggiamo, poi vedremo quali decisioni prenderà la società».

Fra il pubblico, un ex pallavolista speciale: il sindaco Gigi Farioli, buon giocatore in gioventù e scatenato sostenitore, con tanto di cori dagli scalmanati della curva biancorossa – perchè dove c’è Farioli, c’è partita. Alla sua seconda camicia della giornata, dopo quella sudata allo Speroni assistendo al preziosissimo successo della Pro Patria sul Novara, il primo cittadino si appassiona, strepita, si lamenta delle decisioni arbitrali, passa tre set in piedi, e infine, stremato, evita le dichiarazioni torrenziali limitandosi a poche battute incisive. «Entusiasmo, spirito di squadra, amicizia: i valori della città si sono trasfusi nella società e nelle giocatrici. È questa la vera chiave del successo, nella vita e nello sport». Intorno, la festosa invasione di campo, la corsa agli autografi, Nicoletta Luciani che riceve commossa il premio come miglior giocatrice del match, i cori di tifosi e ragazze insieme, i flash e le telecamere impegnati ad immortalare un momento alto dello sport bustocco. Grazie YamamaY!

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.