Picchia i poliziotti, poi cerca di corromperli: arrestato

Protagonista un 30enne nordafricano, intervenuto a difesa di un giovane spacciatore connazionale sottoposto a controlli dalla Volante

Aggredisce i poliziotti, poi, già in manette, tenta di corromperli con una piccola somma. La bravata è costata il carcere ad un 30enne di origini magrebine, ntervenuto a difesa di un complice. Lunedì sera gli uomini della Volante del Commissariato di Legnano avevanno bloccato un giovane, anch’egli nordafricano, psreso la locale stazione ferroviaria. Perquisitolo, gli erano state trovate addosso alcune dosi di hashish: a quel punto è intervenuto a suo sostegno il 30enne, avventandosi contro gli agenti a suon di botte (qualche ferita medicata in ospedale per uno di loro); mentre il giovane spacciatore scappava a gambe levate eclissandosi, l’aggressore finiva per farsi bloccare ed ammanettare. A quel punto, la proposta irricevibile: soldi in cambio della libertà… e di una pietra sopra quanto avvenuto. Risultato: il 30enne è finito in carcere a Milano con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e corruzione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.