Tentano di scassinare le macchinette in un bar, finiscono in manette

Arrestati dai Carabinieri due giovani rumeni che avevano preso di mira un locale di via per Fagnano: all"appuntamento", in piena notte, hanno trovato ad attenderli i Carabinieri

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Busto
Arsizio hanno arrestato intorno alle 3,30 della notte fra domenica e lunedì due giovani rumeni, accusati di tentato furto aggravato e ricettazione. I due sono stati sorpresi mentre tentavano di rubare il denaro contenuto in alcune macchine per il gioco all’interno del Biliard Cafè di Via per Fagnano di Busto Arsizio.

I due arrestati, che hanno 31 e 26 anni e risultano domiciliati in provincia di Milano, nel bar da loro preso di mira hanno trovato, oltre alle macchine da scassinare, i militari che si erano nascosti sia dentro che fuori il locale.
Il più giovane dei due ha vari precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

Si presume che i due giovani tratti in arresto dai Carabinieri facciano
parte di un gruppo criminale più esteso, in grado di mettere a segno
furti di questo tipo con una notevole professionalità, come si rileva
dalle modalità di preparazione del furto ai danni del Biliard Cafè.

Infatti il furto era stato preparato nei minimi dettagli, con tanto di sopralluoghi effettuati nei giorni scorsi all’interno e all’esterno del bar per rilevare i movimenti dei proprietari e del personale e gli orari di chiusura. Poi il gruppo aveva rubato nei giorni scorsi a Milano una Fiat Punto, impiegandola per aggirarsi nei dintorni del locale compiendo ulteriori sopralluoghi. Infine, un tocco da maestri: la neutralizzazione dei sistemi d’allarme, applicandovi del nastro adesivo e verificando in seguito per alcuni giorni che tutto procedesse secondo i piani.

Peccato (per i ladri, ndr) che il proprietario del bar si fosse accorto di lì a poco della manomissione dell’impianto d’allarme verificandone il funzionamento. Preioccupato, l’uomo ha avvisato i Carabinieri, che si sono presentati puntuali e in forze all’appuntamento; e non appena i ladri si sono introdotti all’interno per cominciare il "lavoro" con i loro attrezzi da scasso, i militari li hanno "impacchettati".

Si valuta che, ove il colpo fosse andato a buon fine, avrebbe fruttto ai malviventi circa 16.000 euro.
Non è la prima volta, sottolinea il comando di compagnia di Busto Arsizio, che degli stranieri vengono arrestati per fatti analoghi: alcuni mesi fa, grazie anche all’esito positivo degli esami del Ris di Parma, erano stati individuate ed arrestate alcune persone per furti ai danni di esercizi commerciali.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.