Tragedia dell’Idroscalo: aumenteranno gli investimenti in sicurezza

Oggi la provincia ha annunciato indagini e provvedimenti, dopo la morte di due bambini egiziani

I soccorsi sono arrivati in tempo, e in ogni caso aumenteranno gli investimenti in sicurezza. Questa è, sostanzialmente, la risposta ufficiale della Provincia di Milano a seguito dei tragici fatti accaduti domenica (13 maggio) all’Idroscalo.

In quella giornata i cuginetti egiziani Hame e Omar Khamis (di 6 e 7 anni) hanno perso la vita nelle acque del "mare milanese". L’allarme della loro scomparsa è stato dato dai genitori alle 17:30, dalle colonnine Sos. In realtà i bambini si erano persi già alle 15:15, ma i genitori provarono a cercarli autonomamente. L’area dell’Idroscalo in cui si trovavano, tuttavia, è controllata solo da telecamere e non da bagnini, essendo quella orientale (più ombrosa e forse meno frequentata).

Come ha dichiarato il presidente della provincia Filippo Penati, il primo cadavere è stato ritrovato alle 17:35, quindi una volta avviati i soccorsi sono stati piuttosto celeri.

Oggi la provincia di Milano ha annunciato di aver istituito una commissione di indagine interna, e valuterà se è il caso di potenziare la sicurezza all’interno della struttura. In ogni caso, secondo Penati, già precedentemente si sarebbe previso nel bilancio un incremento del 20% per investimento in sicurezza, con un capitolo speciale dedicato all’Idroscalo. L’ultima estate, infatti, le presenze hanno visto un aumento del 25%. Parallelamente in 10 anni si sono contate 10 vittime, quasi sempre stranieri. L’ultima risale a quattro anni fa, quando morì un romeno di 19 anni che si tuffò nel laghetto delle Vergini per rinfrescarsi dal caldo record di quell’anno. Una settimana prima era morto un sudamericano di 30 anni, forse per una congestione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.