Un altro crocifisso per Zoia

Anche in occasione dell'inaugurazione del nuovo reparto di Riabilitazione il direttore generale non ha rinunciato al gesto simbolico che ormai gli è abituale

La prima volta sembrò un "coup de théâtre" studiato per dare un po’ di colore alla solita cerimonia di inaugurazione; la seconda volta parve a tutti un "déja vu" ma oggi, dopo tanti tagli del nastro negli ospedali di Tradate, Saronno e Busto Arsizio, si è capito che il gesto di appendere personalmente un crocifisso nel nuovo reparto o servizio appena inaugurato è, in un certo senso, la firma del direttore dell’Azienda ospedaliera di Busto Arsizio Pietro Zoia.

Anche oggi Zoia non ha rinunciato alla sua piccola "mania" e prima di appendere il nuovo crocifisso nel reparto di Riabilitazione del Galmarini, appena inaugurato,  ha voluto spiegare il senso di questo gesto: «E’ un gesto che mi piace e che voglio continuare a compiere – ha detto – è un atto profondamente simbolico che vuole essere soprattutto un messaggio di accoglienza per tutti coloro che si rivolgono alle nostre strutture».

Peccato che oggi il chiodo c’era già: la piccola e significativa cerimonia del dottor Zoia è ancora più simpatica quando il direttore generale si mette in gioco completamente e, armato di scaletta e martello, pianta anche il chiodo nel muro.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.