Varese in bicicletta: gli hotel per i cicloturisti

Ecco il decalogo per tutte le strutture ricettive che aderiranno al progetto. Un progetto per offrire il miglior servizio agli ospiti su due ruote

Varese e la sua provincia vantano un primato: quello di territorio che meglio può coniugare la passione per il ciclismo con la bellezza ambientale. Sono ben 130 le società sportive presenti, per un totale di 2.500 tesserati, mentre sono ancor di più i cicloturisti che quasi quotidianamente incontriamo sulle strade del Varesotto, palcoscenico ideale per le loro escursioni.

I “ciclo-viaggiatori” costituiscono inoltre una categoria di clienti in aumento per le imprese alberghiere e della ristorazione. In Germania lo scorso anno oltre 2 milioni di persone hanno trascorso le vacanze in bicicletta, usando, tra le altre destinazioni, le loro strutture certificate “Bed and Bike”.

L’immagine del cicloturismo come le “vacanze dei poveri”, poi, è da tempo sorpassata. La maggior parte di questi vacanzieri si trova ora nella “middle class”: sono parecchi i manager e i cosiddetti “colletti bianchi”. I più viaggiano in coppia, ma ci sono anche famiglie e talvolta gruppi con più di 4 persone.

Dati e considerazioni tutti importanti per trasformare questo potenziale di passione, interesse e bellezze ambientali in concreta opportunità di sviluppo per il Sistema Varese, tanto più avvicinandoci alla scadenza dei Mondiali di ciclismo del settembre 2008.

Ecco perché Camera di Commercio e Provincia nell’ambito del Protocollo d’Intesa sul Turismo hanno sviluppato con le Associazioni di categoria il progetto “Varese in bicicletta” per sostenere la crescita dei “bike-hotel” sul nostro territorio.

L’iniziativa è stata presentata agli operatori del settore durante un incontro dove è stato anche illustrato il disciplinare da rispettare per gli alberghi interessati a diventare dei veri e propri alberghi dei cicloturisti. Si va così dal deposito custodito al servizio spogliatoio e di lavanderia nonché di manutenzione ordinaria delle biciclette. E’ suggerita anche la garanzia di un’assistenza medica e fisioterapica oltre che una ristorazione adeguata alle esigenze di chi ogni giorno percorre decine di chilometri in bicicletta. Tra le altre indicazioni, non manca poi quella della presenza in albergo di un servizio fitness come pure d’informazione e di guide cicloturistiche.

Il progetto “Varese in bicicletta” prevede anche che le strutture aderenti potranno usufruire di apposite campagne di comunicazione svolte dalla Camera di Commercio e dalla Provincia.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.