Brebemi, “bacchettata” all’Italia da Bruxelles

Per la Commissione europea la nuova convenzione del 2007 tra CAL e Infrastrutture Lombarde violerebbe le norme sulla concorrenza: "serviva una nuova gara d'appalto"

Nuova tegola sulla Brebemi, l’autostrada destinata a collegare direttamente Brescia con Milano. La Commissione europea ha infatto inviato una lettera di messa in mora all’Italia, aprendo una procedura di infrazione. Nel mirino dell’Unione Europea la convenzione per la realizzazione dell’arteria stradale, firmata quest’anno da Cal, società concedente posseduta al 50% da Anas e al 50% da Infrastrutture Lombarde, a sua volta controllata della Regione Lombardia, e dalla concessionaria Brebemi.

Secondo la Commissione l’atto firmato tra le parti sarebbe in violazione delle regole della concorrenza: ciò perchè rispetto alla prima convenzione, firmata quattro anni fa, molte condizioni sono cambiate, e dunque sarebbe stata necessaria una nuova gara d’appalto. Le condizioni contrattuali, secondo il commissario al mercato interno Charlie McCreevy, che ha scritto lo scorso 17 ottobre al ministro degli Esteri Massimo D’Alema, sono state alterate in modo essenziale, al punto da configurare l’attribuzione di una nuova concessione. In questo senso, per la Commissione la convenzione del 2007 avrebbe dovuto essere preceduta da una nuova procedura di messa in concorrenza. L’Italia avrà ora due mesi di tempo per mandare a Bruxelles le sue osservazioni e la documentazione completa sulle due convenzioni del 2003 e del 2007.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.