“Freddo pungente e sul piazzale non ci sono protezioni”

Denuncia del segretario regionale della Fta Cisal Giuseppe Criseo: "Mezzi inadeguati, riscaldamento mancante, carenze evidenti: così non si va avanti"

Fa freddo, cala la temperatura, l’inverno si sta facendo sentire. Tutte affermazioni scontate, ma non per chi lavora sul piazzale di Malpensa, per buona parte della giornata all’aperto e, denuncia il segretario regionale del sindacato Fta Cisal Giuseppe Criseo, senza la minima protezione: «Gli autisti di Malpensa sono costretti da Sea (società che gestisce gli scali milanesi) a lavorare su mezzi elettrici senza riscaldamento. Le temperature sono così basse che gli operatori non le sopportano. Chiediamo un intervento di Asl e di tutti gli enti responsabili: non c’è più tempo per le richieste non ascoltate: Sea per deve rispondere della situazione – attacca Criseo, che non si ferma qui -. Il personale sul piazzale è insufficiente: altro che tagli sul personale operativo, il toboga non ce la fa, il piazzale scoppia. Lavoratori di altri settori sopperiscono alle gravi mancanze del piazzale per senso di responsabilità. L’azienda non si illuda che i lavoratori possano e debbano tollerare qualsiasi carenza aziendale: se ci sono tagli da fare, e non credo ci siano, si cominci dall’alto, con strutture dirigenziali inefficienti e onerose, appalti senza controlli, materiali scadenti, spese abnormi. Occorrono le attrezzature efficienti per servire i voli, non generatori con fili nastrati, trattori elettrici non riscaldati e senza ammortizzatori, trattori “rofan” fermi (si parla di 70.000 euro per ogni mezzo)».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.