Il futuro dell’economia? Lo raccontano le donne

Un convegno alle ville Ponti mette a confronto le imprenditrici del Varesotto con le istituzioni. L'appuntamento è per venerdì 23 novembre

L’associazione imprenditrici e donne dirigenti di azienda (Aidda), all’interno della sua attività di sviluppo e crescita dell’imprenditoria e della leadership femminile, attraverso la delegazione di Varese di Aidda Lombardia, ha avviato un progetto mirato al coinvolgimento delle imprenditrici della provincia nell’analisi delle strategie per il rilancio dell’imprenditorialità del territorio.

 

Il progetto si è sviluppato attraverso una indagine presso le imprenditrici e le donne dirigenti di azienda  del territorio svolta attraverso la diffusione di un questionario messo a punto dal gruppo di lavoro Aidda Lombardia a Varese, costruito con lo scopo di raccogliere la visione, le strategie e i  suggerimenti di donne con ruoli di responsabilità imprenditoriale.

 

Venerdì 23 novembre alle ore 14,30 Aidda organizza un convegno alle Ville Ponti di Varese con la partecipazione delle Istituzioni provinciali, regionali, dell’Università e delle Associazioni di categoria nel corso del quale verrà presentato quanto emerso dall’indagine.

Tale convegno vuole essere un importante momento di incontro fra i rappresentanti delle Istituzioni e le imprenditrici che potranno presentare la loro visione imprenditoriale e i loro suggerimenti per politiche volte ad agevolare lo sviluppo produttivo.

Come associazione di donne imprenditrici Aidda ha avuto modo di conoscere il lavoro svolto dalle donne all’interno dell’azienda e l’importante valore aggiunto di genere apportato nelle scelte di strategie aziendali.

 

Con il crescere del ruolo e del numero delle figure femminili sia nelle aziende di famiglia sia nelle grandi imprese, tale ricchezza si rafforza e cresce di valore, ma continua a rimanere una realtà vissuta all’interno dell’azienda, spesso con scarsa consapevolezza da parte degli stessi attori di tale sviluppo. Raramente emerge all’esterno ed è quasi mai oggetto di dibattiti, di riflessioni pubbliche.

 

Il progetto ha come obiettivo far uscire dal privato questo importante elemento di crescita, iniziare a far emergere il pensiero delle donne, la loro visione, coglierne gli elementi di novità e di complementarietà e farli diventare argomento di riflessione.

 

Il progetto si propone quindi di dare voce alle imprenditrici nelle politiche di sviluppo economico-produttivo, aggiungendo la visione femminile del fare impresa alle tradizionali strategie espressione di valutazioni di politici e imprenditori prevalentemente di sesso maschile.

 

Il progetto nasce a Varese,  ma l’Associazione intende riproporlo in futuro a livello nazionale.

La nostra provincia con un’alta concentrazione di attivita’ produttive e con la presenza di circa 25.000 donne con ruoli di responsabilità formalmente riconosciuti rappresenta un ottimo campione per il lancio e lo sviluppo di un progetto che vuole rappresentare un momento forte di riconoscimento dell’importanza del ruolo delle donne nella crescita e nello sviluppo del nostro paese. Un importante passo per avviare le donne verso una presenza sempre più numerosa all’interno della nostra classe dirigente.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.