Prosegue la “Festa del Teatro Ragazzi”

Al via questa mattina, 20 novembre, all'interno del progetto “Oltre il palcoscenico”, la tre giorni di spettacoli, laboratori e appuntamenti col teatro

Prosegue a Gallarate la  “Festa del Teatro Ragazzi”  – al via questa mattina, 20 novembre – all’interno del progetto “Oltre il palcoscenico”, realizzato dalla Regione Lombardia e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’iniziativa, rivolta ai bambini, alle scuole e alle famiglie, è organizzata dalla Fondazione Culturale 1860 Gallarate Città onlus, in collaborazione con la Provincia di Varese e il Coordinamento delle Compagnie teatrali di Varese. Vi hanno aderito circa 2000 bambini delle scuole gallaratesi. Per ogni informazione è possibile contattare il numero 0331 774700. 

Questo il programma delle giornate di mercoledì 21 e giovedì 22 novembre. 

21 e 22 novembre 2007

Ore 16.00 – Teatro del Popolo

Laboratorio con Natale Panaro

Fantasie Animate 

Prosegue il percorso intensivo destinato a genitori, insegnanti ed educatori per costruire un mondo di figure animate. Con tecniche e materiali semplici, ma di notevole efficacia espressiva. 3 incontri di 3 ore.

1.         2 occhi, una mano, una bocca, un becco……..et voila, il gioco è fatto.

2.         Palle, palline e mollette: umani, animali e uccelli parlanti

3.         Tutto cartoncino, ma si muove e parla…….. 

21 novembre 2007

Ore 10.00 – Teatro Condominio "Vittorio Gassman"

Compagnia Walter Broggini – Emmeci Associazione Culturale (Albizzate)

Paolino e il Po

Teatro d’attore e di figura

Dai 6 ai 10 anni

Di e con Walter Broggini e Massimo Cauzzi

La vicenda si svolge in un paese della bassa, in riva al Po, dove è ormeggiata la “Sbrisolona” , la barca con cui Paolino lavora e che necessita di amorevoli cure per durare nel tempo. Ci sono gli argini, le boschine, le zanzare e le cicale, c’è il paese, la piazza e l’osteria, luoghi di incontro e scontro, luoghi di invidie ma anche di festa. E poi ci sono tutti i personaggi, veri o immaginari, che abitano questi luoghi….e naturalmente il Grande fiume PO. La storia è raccontata spostando continuamente i piani del racconto dentro o fuori, sopra o sotto la “baracca”, usando tecniche diverse di animazione che si incontrano con il narratore che “cuce la trama” oppure”tende l’ordito” 

Ore 10.00 – Teatro del Popolo

Eccentrici Dadarò (Caronno Pertusella)

Per la Strada

Teatro d’attore

Dagli 11 ai 14 anni

Regia: Bruno Stori e Fabrizio Visconti

Con: Rossella Rapisarda, Matteo Lanfranchi, Davide Visconti

“..io sono ignorante, ma ho letto qualche libro e mi son fatto un’idea…e cioè che non c’è niente al mondo che non serve..lo vedi questo sassolino? Ecco, anche questo sassolino serve a qualcosa. Io non lo so a che cosa serve..se uno sapesse tutto, quando si nasce, quando si muore, sarebbe Dio..io non lo so a che cosa serve questo sasso, ma serve. Perché se non serve questo sasso, non servono neanche le stelle…”

L’esigenza di trovare un senso, il proprio senso di esistere: questo il tema dello spettacolo

Uno spettacolo dedicato ai Maestri, che inventano strade che prima non c’erano. Ai padri, che disegnano strade per i figli. Ai figli, che ne tracciano di nuove.

Lo dedichiamo al “Maestro Fellini” ed al suo film, “La strada”, che racconta di gente che un po’ ci assomiglia.

Lo dedichiamo ai nostri padri, che hanno passato tanto tempo ad immaginarsi per noi un futuro che poi non abbiamo seguito.

Lo dedichiamo a tutti quei ragazzi che all’apparire dell’adolescenza hanno voglia di sollevare la polvere delle strade per cercare la propria strada; alla cosiddetta “età difficile”, quell’età in cui tutto è estremo, in cui ogni cosa è una tempesta, anche l’esigenza di trovare la propria identità, in altri termini il proprio senso.. l’età irrequieta, quando staccarsi da casa comincia a diventare irrinunciabile, ma è ancora troppo presto.

E’ così che abbiamo immaginato la storia di tre ragazzi in fuga da casa verso il mare, in attesa di una nave che forse non arriverà: come quell’occasione di crescere che si sogna e si teme allo stesso tempo. E’ la storia di una notte di iniziazione all’età più adulta, con un epilogo da “adulti”, che comprendono che crescere significa saper anche aspettare di essere cresciuti. Ma in questa notte sono successe molte cose che non saranno dimenticate. Per la strada è uno spettacolo d’arte varia, in cui tre attori, chiusi in un Teatro, ci raccontano quel desiderio di andare per la strada… e poiché la strada è una fonte inesauribile di occasioni, lungo il cammino dello spettacolo incontreranno Fellini, i ricordi della loro “età inquieta” e il sapore di tutte quelle scelte difficili che non puoi non fare. 

Ore 10.00 – Scuola dell’infanzia di Rovate

Zone Teatro (Gallarate)

Storie della Nanna

Teatro d’attore

Dai 3 ai 5 anni

Di e con Sara Mignolli.

La piccola Anna cercava sempre una scusa per non andare a dormire: si lasciava mettere il pigiama, si lavava i denti, ma di mettersi sotto le coperte e di chiudere gli occhi non ne voleva proprio sapere. Finché una sera la nonna fece capolino sulla porta della cameretta portando con sé un oggetto speciale…un libro. Quella sera, alla luce della “lampada delle storie”, il libro magico della nonna si aprì ed iniziò a raccontare. Davanti agli occhi sorpresi della bambina, le parole si trasformavano in forme che proiettavano le loro ombre in fantastici scenari. Nella sua cameretta, appoggiata al suo cuscino, Anna scoprì che il buio non è più così buio, insieme ad un libro. Si può volare, di notte, e scivolare sull’arcobaleno; si può navigare e pescare, in mezzo al mare…basta trovare la storia giusta: una storia che faccia sognare. 

Ore 14.00 – Teatro del Popolo

Teatro dei Burattini di Varese (Cazzago Brabbia)

Cartina

Teatro di figura e burattini di carta

Dai 3 agli 8 anni

Di Enrico Colombo

Con Enrico e Betty Colombo

L’idea di proporre un teatro di carta e di figura è strettamente legata all’incontro con due artisti sloveni, che con il loro teatro “Papilu” hanno coinvolto la storica compagnia di Varese nella grande e straordinaria teatralità della carta, del cartone e del materiale cartaceo in genere. Di qui l’idea di uno spettacolo imperniato sempre sul filone del racconto comico, fiabesco, poetico. Nei diversi momenti della narrazione il materiale “carta” – dipinta, ritagliata, riciclata, ricreata – è di volta in volta personaggio, scenografia, musica, magia. Seguendo le avventure della bambina di carta, il cui nome dà il titolo allo spettacolo, gli spettatori incontreranno curiosi animali, strani personaggi; si troveranno coinvolti in coloratissimi balletti, sogni di carta candida, battibecchi tra burattini cartacei; l’aiuteranno a sfuggire agli agguati di un corvo o di una strega, entreranno in castelli incantati…La storia non mancherà di toccare alcuni punti nodali dell’esperienza infantile, la nascita, la paura,il sogno, l’amicizia, ma la vera sorpresa viene dal materiale carta, riplasmato attraverso una ricerca che punta a mantenere sempre riconoscibile la sua provenienza, evidenziandone le intrinseche caratteristiche espressive, le potenzialità figurative, visive, plastiche e scultoree. Spettacolo nato nel 1995 e rappresentato più di 500 volte è sicuramente lo spettacolo maggiormente significativo della ricerca teatrale dei burattini di Varese. Betty e Chicco Colombo raccontano con strani burattini di carta una storia semplice, ma suggestiva e magica.

Ore 14.00 – Spazio Laboratorio "Instabile Quick" – Via Volta, Gallarate

Compagnia Teatrale Progetto Zattera (Varese)

Il circo degli elementi

Percorso sensoriale attraverso i 4 elementi

Dai 5 ai 10 anni

adattamento: Martin Stigol

Regia: Martin Stigol

Scene e pupazzi: Lucia Capellari

Costumi: Noemi Bassani

Musiche: Autori vari

Tecnica utilizzata: Mista: attori, clown, trampoli e ombre

Percorso sensoriale attraverso i 4 elementi della natura. Anni fa diversi popoli della terra, consideravano la Terra, l’Acqua, l’Aria ed il Fuoco, come dei passaggi attraverso i quali l’energia si trasforma e si rigenera. Questa particolare credenza, molto vicina alla metamorfosi, era in realtà una presa di coscienza rispetto al fatto che l’essere appartiene all’Universo. Attraverso la fiaba e la storia del circo chercheremo di raccontare l’origine della vita con uno spettacolo interattivo e sensoriale, coinvolgendo gli alunni in modo semplice e divertente, attraverso la creazione di immagini, racconti e scenne sulla storia dell’Universo.

 22 novembre 2007

Ore 10.00 – Teatro Condominio "Vittorio Gassman"

Compagnia Roggero-Rizzi-Scala (Angera)

Sacco Vuoto Sacco Pieno

Teatro d’attore e di figura

Dai 6 ai 10 anni

Testo, Musica, Scenografia, Burattini e Pupazzi: Elena Gabriella Roggero, Giorgio Rizzi e Roberto Scala

Pepe e Ciro, due poveri contadini perseguitati da una fame atavica e da una moglie e sorella avida e taccagna, si trovano a dover combattere contro il famigerato “Mostro Pizzone”. Il malvagio, in cambio di una fantomatica “protezione”, chiede e pretende parte del loro raccolto. I due poveri amici grazie alla loro scaltrezza popolana e ad un po’ di incoscienza riusciranno a smascherare il malvivente e a svelare l’arcano mistero. “Sacco vuoto… Sacco pieno…“ è uno spettacolo che con un linguaggio adatto ai bambini vuole sensibilizzare i più piccoli al rispetto della legalità contro qualsiasi tipo d‘ingiustizia. Soprusi che spesso iniziano in tenera età con atti di “bullismo” a danno dei più piccoli e che, con il passare del tempo, degenerano in veri e propri episodi di violenza compiuti da delinquenti senza scrupoli a danno dei più deboli. I temi trattati sono dunque quelli della prevaricazione, dell’ingiustizia e dell’omertà. 

Ore 14.00 – Teatro del Popolo

Colibrì – Magazzini Teatrali (Cavaria con Premezzo)

Mondopiatto

Liberamente tratto da “Flatlandia” di Edwin A. Abbott

Teatro d’attore

Dai 6 ai 10 anni

testo, musica e regia di Monica Angotzi, Sandro Malva e  Maurizio Misiano

con Monica Angotzi, Sandro Malva e Maurizio Misiano

Cosa può succedere ad un ragazzino dopo un lungo pomeriggio trascorso a studiare sterili formule di geometria? Niente di più che appisolarsi  per ritrovarsi disegnato in Mondopiatto, un mondo sopra una pagina di quaderno…

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.