Aborto, Pellegatta: ”Formigoni strumentalizza la sofferenza delle donne”

La senatrice del Pdci sulla scelta del governatore in merito alla Legge 194

“La scelta di Formigoni di imporre il termine dopo il quale è interdetto l’aborto terapeutico è un gesto demagogico che interferisce pesantemente nella relazione tra medico e paziente. La 194 non regolava quel limite proprio perché era forte la consapevolezza di come debba essere valutato ciascun singolo caso: è la paziente, assistita dal medico in scienza e coscienza, deve fare un passo così drammatico. Ma la demagogia che Formigoni ha dimostrato con questo atto non è gratuita. Parla del dolore e del dramma che è inevitabilmente associato ad una scelta come l’aborto terapeutico, ben più profondo dell’interruzione volontaria della gravidanza. Non avere la sensibilità di cogliere che è solo nella relazione tra medico, paziente e nascituro che può maturare una scelta così dolorosa.” Dichiara la senatrice Maria Pellegatta dei Comunisti Italiani
“E’ palese la strumentalità di Formigoni, che interviene su una materia che è evidentemente di competenza dello Stato e non delle regioni, visto che la 194 è un norma statale, e su cui da mesi la comunità scientifica è impegnata, su sollecitazione del Ministro Turco. Che la parte più conservatrice della Chiesa e gli esponenti politici più arretrati del mondo cattolico vogliano mettere in discussione la 194 è fatto noto. Che per farlo calpestino il dolore di chi incontra nella propria vita un evento traumatico come un aborto terapeutico è una novità che ci sgomenta”.  Conclude la senatrice Pellegatta.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.