Avvistato a Varese l’asteroide che ha sfiorato la terra

Lo scoglio spaziale 2007-Tu24 fotografato dal ricercatore scientifico Luca Buzzi dell’Osservatorio Astronomico “Schiaparelli” del Campo dei Fiori

L’asteroide che minacciava di sfiorare la terra è stato fotografato a Varese, dall’Osservatorio Astronomico del Campo dei Fiori prima di qualunque altro centro mondiale. La notizia dell’arrivo dell’oggetto spaziale è rimbalzata su tutti i media nazionali, ’asteroide 2007-Tu24, 250 metri di diametro, è stato fotografato nella serata di ieri, con circa 12 ore di anticipo rispetto alla data di massimo avvicinamento. Lo ha fotografato il ricercatore scientifico Luca Buzzi dell’Osservatorio Astronomico “Schiaparelli” del Campo dei Fiori. Buzzi è stato tra i primi a confermarne la scoperta l’11 ottobre 2007, circa 18 ore dopo il primo avvistamento da parte dell’Osservatorio del Catalina Sky Survey in Arizona. Sin dai primi calcoli dell’orbita fu chiaro che il pericoloso “scoglio” planetario sarebbe transitato verso la fine di questo mese a distanza ravvicinata dalla Terra.

«Nonostante le notizie pubblicate da certe agenzie giornalistiche l’oggetto, che ha un diametro di circa 250 metri, non costituisce pericolo di scontro con la Terra, anche se per osservare un rendez-vous di un oggetto similare ad una distanza inferiore di questa, bisognerà aspettare il 2027 – spiega Salvatore Furia, fondatore del Centro Geofisico Prealpino -. La foto di Luca Buzzi è del giorno 28 gennaio 2008 alle ore 22.32 (tempo locale) e riprende l’asteroide mentre transita nella costellazione dei Pesci ad una distanza di circa 666.000 km. L’immagine ripresa al telescopio da 60cm di diametro della cupola Vita-Spina di punta Paradiso, è la somma di 15 pose da 1 secondo ciascuna eseguita con l’eccellente camera digitale Ccd Sbig St10-Xme – spiega ancora Furia -. L’intera operazione rientra nel programma di monitoraggio globale degli asteroidi Neo (Near Earth Object,  con transito ravvicinato alla Terra) avviato nel 2001, che ha portato l’Osservatorio della “Cittadella di Scienze della Natura” di Varese tra i più importanti ed attivi in Italia per la ricerca e lo studio di questi enormi macigni vaganti nel Sistema Solare. Il nostro Buzzi e i suoi collaboratori Federica Luppi e Matteo Marinelli saranno le nostre attive vedette sulla vetta del Campo dei Fiori».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.