Malpensa, col ridimensionamento perse 40 mila nuove assunzioni

Lo fa sapere l’assessore Cattaneo che dirama i risultari di uno studio Bocconi. “Malpensa non può seguire modelli sbagliati”

Con il ridimensionamento di Malpensa ci sarebbero non solo 7.500 posti di lavoro a rischio ma nei prossimi dieci anni verrebbero a mancare 40 mila nuove assunzioni. Lo afferma l’assessore alle Infrastrutture della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo basandosi sulle cifre di uno studio del Gruppo Clas-Universita’ Bocconi.
La ricerca valuta che nel 1995 Malpensa attivava 13.385 posti di lavoro e una produzione 1.043 milioni di euro. Nel 2005, dopo il rilancio internazionale di Malpensa, attivava 76.698 posti di lavoro e 5,5 miliardi (5.574 milioni euro) di produzione. Le stime sul 2015
parlano di 120.363 posti di lavoro e di 8,9 miliardi di produzione. La stima di oltre 40.000 mancate assunzioni deriva appunto dalla differenza tra i 120.000 posti previsti nel 2015 e gli oltre 76.000 del 2005. Cattaneo ha anche fornito le cifre dei mancati introiti del sistema alberghiero attorno a Malpensa, sempre indotti dal piano Alitalia/Air France: 286 milioni di euro all’anno (piu’
delle perdite Alitalia su Malpensa stimate da Spinetta), cioe’ 2.600.000 passeggeri/notte in meno al costo medio di 110 euro per pernottamento. E ha anche quantificato i maggiori costi, 200 milioni di euro all’anno, che le aziende dovrebbero sostenere per i loro manager, qualora dovessero perdere tre ore in piu’ nei loro viaggi intercontinentali per partire da un hub europeo anziche’ da Malpensa.
La cifra di 200 milioni e’ stata calcolata dallo studio della LIUC solo sui 665.000 biglietti business.
 "Nella storia delle compagnie aeree – ha sottolineato infine Cattaneo – c’e’ stato un solo caso di trasformazione di un hub in scalo per voli point to point, quello di Cincinnati, negli Stati Uniti. L’esito e’ stato disastroso. In due anni i voli sono scesi da 500.000 a meno di 300.000 e i passeggeri da 23 milioni a 14 milioni. Malpensa non puo’ certo seguire questo modello sbagliato".

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.