«Aumentare la differenziata? E il comune stampa su carta non riciclata»

Il Partito democratico punta il dito contro la promozione del Comune che ha fatto arrivare nelle case un promemoria su come gestire i rifiuti

riceviamo e pubblichiamo

 

Il Comune di Tradate sta distribuendo un pieghevole per spiegare l’importanza della raccolta differenziata, ma… il pieghevole e’ stampato su carta patinata invece che su carta riciclata! Oltre al pessimo messaggio che si passa, la carta patinata costa di piu’, ma tanto siamo a Tradate, il paese spendaccione e quindi anche questo va bene…

Noi pensiamo che prima di spiegare COME fare la differenziata, occorra spiegare ai cittadini PERCHE’ fare la differenziata. E di sicuro un pieghevole di carta patinata e’ un brutto autogoal.

Per migliorare il 38% di raccolta, che ci vede agli ultimissimi posti in provincia, occorre avere l’umiltà di andare ad imparare da chi sta già facendo meglio di noi, magari a pochi chilometri da noi.

 

Noi del PD abbiamo cercato e ascoltato gli amministratori di comuni più virtuosi e abbiamo imparato che, per avere una differenziata vincente (e si parla di cifre superiori al 64%!!) occorre coinvolgere la gente, spiegare loro le motivazioni organizzando riunioni di rione o di condominio, avvicinandosi al cittadino.

Per prima cosa occorre ridurre gli sprechi, incentivare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto (che e’ buona e costa assai meno di quella in bottiglia) risparmiando così parecchia plastica, spingere la grande distribuzione a dotarsi di distributori di detersivo, sapone ecc. per evitare lo spreco di contenitori.

Si possono mettere dei raccoglitori differenziati nelle scuole e abituare i bambini alla differenziata come un "gioco" (con l’aiuto delle maestre).

Si puo’ anche incentivare (con forti sconti da parte del Comune) l’utilizzo dei pannolini lavabili (comuni che lo hanno fatto hanno registrato un risparmio nella raccolta di indifferenziata).

Il Comune si dovrebbe poi impegnare a distribuire 2 tipi di secchio: uno piccolo (per il sotto-lavello) e uno piu’ grande per raccogliere i sacchetti in attesa del ritiro e per mettere rifiuti umidi piu’ ingombranti.

Affidare il successo della differenziata ad un pieghevole (anche se puo’ contenere informazioni utili) e alla buona volonta’ dei cittadini ci sembra onestamente poco.

 

Con la raccolta differenziata ci giochiamo il nostro futuro e la sopravvivenza dell’ambiente col nostro stile di vita. Si fa in fretta a criticare gli altri, a fare installazioni per tirare le orecchie ai tradatesi "vunciun" che fanno solo il 38% di differenziata. Si fa pero’ molta piu’ fatica ad essere rappresentanti credibili di uno stile di amministrare saggio e sostenibile. Servono insomma delle scelte piu’ incisive e meno "patinate"…

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore