«Il progetto Ener-bio è coerente con lo sviluppo sostenibile»

In un documento la segreteria provinciale di Forza Italia dà il suo placet alla centrale a biomassa

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa redatto dalla segreteria provinciale di Forza Italia riguardo al progetto "Ener-Bio" della comunità montana della Valcuvia.

In riferimento ad alcuni articoli e dichiarazioni apparse sui quotidiani locali in questi ultimi tempi circa le scelte effettuate dalla Comunità Montana della Valcuvia sulla politica energetica locale “il Progetto Ener-Bio”, la segreteria Provinciale di F.I. ritiene opportuno porre all’attenzione dell’opinione pubblica alcune riflessioni di merito. Il “problema energetico” è un problema attuale e reale a fronte di un continuo aumento del costo del petrolio, delle bollette di luce e gas e della difficoltà in questa fase di avere a disposizione altre fonti energetiche alternative in tempi ragionevoli.

Incentivare iniziative e progetti locali orientati ad implementare dei sistemi di  produzione di energia da fonti rinnovabili: questo è uno degli obiettivi strategici della politica energetica inserito nei Documenti di Programmazione Economica e Finanziaria della Regione Lombardia. Incentivi alla diversificazione, alla cogenerazione, all’uso efficiente di energia, alle fonti rinnovabili: dal solare al geotermico, dall’eolico alle biomasse, ai rifiuti urbani e all’idroelettrico. Un piano di azione in linea con i più recenti orientamenti comunitari sulla diversificazione delle fonti e con i programmi del Governo nazionale, ma anche una politica energetica informata al principio dello sviluppo sostenibile, dello sviluppo energetico, della continuità ed economicità degli approvvigionamenti e dell’incentivazione all’impiego di fonti rinnovabili autonome.

L’obiettivo che si è posto la  Regione Lombardia, per fare del risparmio energetico un’azione di governo e non solo una dichiarazione d’intenti, si è tradotto nel potenziamento degli interventi finanziari a sostegno della realizzazione di progetti innovativi coerenti con le specificità territoriali di riferimento. In questa ottica la Comunità Montana della Valcuvia ha valutato l’opportunità di inserirsi in questo processo di sviluppo ed ha individuato alcuni obiettivi prioritari per poter realizzare, sul proprio territorio ed in accordo con l’Amministrazione Comunale di Laveno Mombello, un polo energetico, frutto della sinergia tra compagine pubblica e soggetti privati , arrivando a definire un’ipotesi progettuale di ampia portata e tecnologicamente avanzata.

Rispettando comunque le valutazioni avverse a queste progetto mai concordate e tutte le singole valutazioni personali, ovviamente fini a se stesse, e non coinvolgenti sui contenuti di indirizzo politico proprio della linea del partito, la segreteria provinciale di forza italia ritiene quindi che il progetto elaborato se coerente allo sviluppo sostenibile innanzi citato e con le irrinunciabili tutele di carattere ambientale non può non avere che una valutazione ovviamente positiva.

Ciro Calemme
Responsabile Enti Locali Nord
Forza Italia – Varese


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore