La foto sul passaporto non corrisponde, fermata coppia a Malpensa

Lui, regolare in Italia, cercava di far entrare una donna dello Sri Lanka col passaporto della figlia. La Polaria scopre il trucco

Tentava di far entrare in Italia un clandestino. Un cittadino dello Sri Lanka, regolarmente in Italia, è stato arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Ad effettuare il provvedimento, accompagnato dall’espulsione del clandestino che l’uomo ha cercato di introdurre in Italia, la Polaria di stanza all’aeroporto di Malpensa. L’uomo stava rientrando dal suo Paese dopo un periodo di circa 5 mesi dalla partenza, insieme ad una donna che ha dichiarato essere sua figlia.

Gli agenti della Polaria hanno notato sul passaporto della donna alcune incongruenze sulla foto che accompagna i dati, così, nonostante il passaporto fosse regolare, sono stati avviati controlli più approfonditi. Sia l’uomo che la donna avevano sostenuto di essere partiti alla volta dello Sri Lanka nel marzo scorso per un lutto in famiglia e di aver fatto rientro insieme in Italia. Sul passaporto della donna era presente anche un visto della Polaria che attestava quanto detto dai due, anche lei era partita in marzo alla volta dello Sri Lanka.

A chiarire la situazione è bastato controllare la lista dei passeggeri del volo che li aveva portati nel paese asiatico; ebbene sulla lista era presente solo l’uomo e non la donna. Dunque il passaporto riportava un timbro falsificato in Italia o in Sri Lanka, è da accertare, e la donna non era la figlia, rimasta in realtà in Italia. Per lui si sono aperte le porte del carcere, la donna è stata immediatamente espulsa in ottemperanza al decreto sulle espulsioni emanato di recente dal ministro Maroni. Ora l’uomo è accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con l’aggravante dell’uso di un mezzo internazionale e di falsificazione di documento.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore