Nuova bufera nel ciclismo, Sella positivo all’Epo-Cera

Il ventisettenne di Vicenza non ha superato un controllo Uci a sorpresa. Si tratta della stessa sostanza che ha incastrato Riccò, ma per ora lo scalatore della Csf Navigare dice di non saperne nulla

Sella e Riccò: stessa gloria, stesso tonfo. Emanuele Sella, corridore vicentino della Csf Navigare, è risultato positivo a un controllo a sorpresa disposto dall’Uci (Unione Ciclistica Internazionale), ennesima notizia che scuote il mondo del ciclismo. La sostanza è la stessa assunta da Riccardo Riccò, il corridore modenese pizzicato nel corso del Tour de France: Epo di terza generazione, meglio conosciuta come Cera.

Balzato agli onori della cronaca dopo aver vinto la tappa di Cesena al Giro 2004, quest’anno Sella si era imposto in tre frazioni di montagna della corsa rosa (Alpe di Pampeago, Marmolada e Tirano), giungendo secondo nella cronoscalata di Plan de Corones e conquistando la maglia verde finale. In occasione della positività di Riccò, il ventisettenne vicentino aveva parlato di “sconfitta per il ciclismo”, adesso si trincera dietro un “non ne so nulla, aspetto di parlare con la squadra” che convince proprio poco.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore