Preghiera del venerdì: “Un grazie ai cristiani”

Sia Afousi che il portavoce Karthaoui ringraziano la comunità cristiana di Arnate e don Franco per la concessione del terreno per il Ramadan. «Rispetto e riconoscenza, questa è integrazione»

Ringraziamento e rispetto. Queste le due parole usate dall’Imam Afousi durante la settimanale preghiera del venerdì. Afousi ha parlato del Ramadan, dell’importanza del gesto della parrocchia di Arnate, di don Franco e del Cardinale Tettamanzi che si sono profusi per poter concedere lo spazio parrocchiale ai fedeli musulmani. Davanti a circa 150 fedeli, riuniti di fronte all’ex-moschea di via Peschiera a Cedrate, si sono sentite parole improntate al rispetto e al ringraziamento.

Anche il portavoce della comunità islamica Hamid Khartaoui riporta pareri positivi dai molti musulmani che si ritrovano in via Peschiera per pregare: «Vogliamo dimostrare ai gallaratesi che vogliamo rispettare le regole – racconta Hamid che si occupa anche di far affluire i fedeli in modo ordinato e sicuro – per fare questo dobbiamo dimostrare ordine ed efficenza, pulizia e sicurezza. Il luogo dove si prega durante il ramadan è sacro». Ora spetta alla comunità islamica fare i propri passi, raccogliere i soldi per l’affitto della tensostruttura e l’organizzazione.

Nel periodo di purificazione e preghiera, che quest’anno avrà inizio tra il 31 agosto e i primi giorni di settembre, a seconda della luna, i fedeli di Allah della nutrita comunità gallaratese potranno sfruttare il prato che si trova alle spalle della chiesa di Arnate: la tensostruttura se la pagheranno gli islamici, che hanno provveduto ad inoltrare la comunicazione di rito all’amministrazione comunale, che non può far altro che prendere atto della scelta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore