Quasi tremila firme contro la nuova scuola

Consegnate al sindaco 600 firme in più per indire il referendum consultivo, sulla scelta dell'amministrazione che vorrebbe spostare la scuola elementare del centro in periferia

2783, quasi seicento in più delle 2203 necessarie per la validità della richiesta. E’ con questo plico di firme che il comitato malnatese contro lo spostamento della scuola elementare del centro si è presentato, con un mese di anticipo rispetto al tempo limite previsto si è presentato al nuovo sindaco Damiani oggi 20 agosto 2008.

"Non si tratta di un atto ostile, ma dell’esercizio di un diritto democratico" spiegano gli interessati. "La decisione di spostare la scuola del centro di Malnate in una zona periferica è stata presa dalla nuova Amministrazione poco dopo che si è insediata senza avvertire prima la cittadinanza, con questo referendum chiediamo un confronto" La nuova scuola, contro la quale è stato avviato il procedimento democratico del referendum, è già stata anche già messa a bilancio: la spesa prevista è di 9 milioni e 700 mila euro.

"Ora ci aspettiamo che l’amministrazione riveda le sue scelte e cerchi il confronto. Noi non cerchiamo il muro contro muro, e speriamo che l’amministrazione faccia lo stesso" ha aggiunto il presidente del comitato Paolo Alberigi. "Certo sembra incomprensibile come una scuola che è gradita, messa a norma solo qualche anno fa con un grosso sforzo economico e in una zona di Malnate che si sta sempre più urbanizzando, venga trasferita in periferia poco lontano da un’ altra scuola elementare".

Malnate infatti ha tre scuole primarie: una è quella di via Mohr, in centro, che dovrebbe essere spostata a favore degli uffici comunali ("ma è una motivazione che sa troppo di scusa per procedere in una scelta troppo forte" è il commento del comitato) una nella frazione di san Salvatore e una in quella di Gurone, vicino alla quale dovrebbe sorgere il nuovo fabbricato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore