Sicurezza, Penati scrive a Maroni

Il presidente della provincia chiede al ministro che la sperimentazione parta da Milano “Sgravare delle funzioni amministrative per avere più pattuglie sulle strade”

“Affidare a una parte del personale della Provincia di Milano compiti di carattere burocratico e amministrativo per consentire alle forze dell’ordine di essere più presenti nel presidio del territorio”. È questo, in sintesi, il contenuto della proposta che il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati ha rivolto al ministro dell’Interno Roberto Maroni, per dare una risposta efficace e di lungo periodo all’esigenza di sicurezza nell’area metropolitana milanese.

Muovendo dal problema della scarsità di uomini e mezzi delle forze dell’ordine, nella lettera indirizzata a Maroni lo scorso 30 luglio Penati propone la stipula di una convenzione tra il Ministero dell’Interno e la Provincia di Milano, che abbia carattere sperimentale ed anche formativo, e che consenta di sgravare le forze dell’ordine da compiti non strettamente legati al presidio del territorio, come ad esempio le pratiche connesse al rilascio dei permessi di soggiorno dei cittadini stranieri o ancora il rilascio dei passaporti.

“Nel giorno in cui a Milano e in altre città arrivano i primi militari destinati a supportare le forze dell’ordine nel presidio dei luoghi sensibili – afferma Penati – mi auguro che Maroni prenda in seria considerazione la nostra proposta”.

“Il tema della sicurezza – aggiunge Penati – specie nelle grandi città metropolitane, richiede misure efficaci, capaci di dare ai cittadini risposte stabili nel tempo. Gli enti locali hanno per natura competenze amministrative che possono essere valorizzate e utilizzate per razionalizzare il lavoro delle forze dell’ordine, e la sperimentazione che proponiamo non solo rappresenta un modo concreto di rispondere alla cronica mancanza di risorse e dotazioni delle forze dell’ordine, ma anche l’avvio di un percorso di innovazione normativa e istituzionale”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore