“Sindaco esprima solidarietà a favore del popolo tibetano”

Lo chiedono i militanti del circolo “Sergio Ramelli” di Azione Giovani

riceviamo e pubblichiamo

Il circolo varesino “Sergio Ramelli” di Azione Giovani chiede al sindaco di Varese avv.Attilio Fontana di esprimere solidarietà al popolo tibetano attraverso l’esposizione della bandiera del Tibet ricordando che altre città, come Roma, ma anche altre realtà più vicine a noi, come Busto Arsizio, hanno già provveduto all’esposizione del vessillo in segno di sostegno alla lotta per i diritti umani in Cina.

In merito alla questione Giacomo Cosentino, presidente cittadino di Azione Giovani, dichiara: “ritengo che l’esposizione del vessillo tibetano sia un atto dovuto per dimostrare la vicinanza e il sostengo della città di Varese a un popolo al quale viene negata la libertà di espressione”.

 

Giacomo Cosentino

Presidente circolo “Sergio Ramelli”

Azione Giovani-Varese

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore