Spostare il monumento ai Caduti? “Sì, ma nel cortile del Municipio”

Questa la nuova proposta di Audio Porfidio

Nuova proposta, in forma di delibera di indirizzo, di Audio Porfidio, consigliere comunale de La Voce della Città, in merito alla collocazione del monumento di piazza Vittorio Emanuele II, che andrà spostato per i lavori al’autosilo e di riqualificazione della zona circostante. Se proprio lo spostamento si deve (e si dovrà) fare, argomenta Porfidio, il monumento sia collocato non in piazza Trento e Trieste, come vuole una delibera di Giunta, ma nel cortile di Palazzo Gilardoni, che "per spazio e prestigio, può accogliere benissimo quest’opera artistica magari adornata tutta intorno da una aiuola fiorita perfettamente ideata per il contesto interessato".

Una mossa simile, a parte le difficoltà tecniche, farebbe sparire i parcheggi, a giudizio del consigliere inopportuni nel contesto nel municipio. Le auto dove si metterebbero? "Presso il calzaturificio Borri, area da tempo già individuata come area destinata a tale utilizzo" si legge nel testo dell’atto con cui Porfidio propone il cambio di destinazione per il monumento. «Oppure nell’autosilo» aggiunge a voce con la consueta vis polemica il vulcanico consigliere, oppostosi (non da solo) con denti e unghie alla sparizione del monumento ai Caduti da piazza Vittorio Emanuele II e intenzionato a dire la sua fino in fondo, sempre e comunque.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore