Un passato burrascoso, ma voleva cambiare

Alessandro Cascetta, il trentatreenne di Malnate ucciso nella sparatoria di Pagani, aveva avuto alcuni precedenti penali. Stava tentando di ritrovare la normalità

«È difficile rifarsi una vita dopo il carcere. Io voglio ricominciare, voglio essere regolare». Alessandro Cascetta, il trentatreenne di Malnate ucciso lunedì sera in una sparatoria a Pagani in provincia di Salerno, lo aveva confessato a una conoscente solo pochi giorni fa.
«Mi ha dato l’impressione di volersi lasciare il passato alle spalle – spiega la donna che gestisce un bar nel centro del paese -. Aveva iniziato a lavorare come muratore, spinto anche dal fratello che voleva aiutarlo a cambiare. Lo abbiamo visto pochi giorni fa, prima che partisse per Salerno».
Il tabaccaio ha il quotidiano aperto sul banco. Commenta la notizia con alcuni clienti e in centro tutti parlano di quello che è successo. Qualcuno dice di averlo visto in paese poco tempo fa. Nella casa di via delle Vittorie, dove Alessandro abitava con la famiglia, questa mattina non c’è nessuno. I famigliari sono partiti per Salerno e solo uno zio è rimasto a Malnate. Dalle finestre dei vicini si sente la televisione ad alto volume che ripete la notizia della sparatoria. «Alessandro era uscito da poco dal carcere, ha avuto dei precedenti penali, un passato piuttosto burrascoso – racconta un amico di famiglia -. Da qualche mese sembrava si fosse messo a posto. Aveva trovato un lavoro, sembrava più tranquillo. Io ho appreso la notizia dai giornali e ho visto i suoi famigliari partire». 
A Malnate Alessandro era conosciuto, aveva degli amici con i quali frequentava i bar del centro. «Non so se dopo il carcere sia cambiato – dice un negoziante – me lo ricordo prima. Si scaldava facilmente, spesso si faceva trascinare in discussioni e risse. Era stato coinvolto in vicende legate alla droga. Forse ci ha provato ma lasciarsi alle spalle il passato a volte è davvero difficile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore