Ustioni troppo gravi, muore la donna di Ranco

Aveva 51 anni ed era un'insegnante della scuola media di Ispra. Lascia il marito e un figlio piccolo

Giovanna Camilleri non ce l’ha fatta. La donna che nella mattina di ieri è rimasta gravemente ustionata durante un incidente domestico è morta nel pomeriggio di oggi, lunedì 25 agosto, all’ospedale Niguarda di Milano dove era ricoverata nel reparto grandi ustioni. La donna stava svolgendo delle faccende domestiche in casa quando una fiammata, originata probabilmente dall’elettrodomestico che stava pulendo con dell’alcol etilico, l’ha avvolta provocandole profonde bruciature su tutto il corpo. I soccorritori, giunti sul posto con un’ambulanza e un elicottero, l’hanno trasportata all’ospedale di Milano ma le sue condizioni erano già gravissime.  

Giovanna Camilleri aveva 51 anni, era un’insegnante della scuola media di Ispra e viveva a Ranco in via Grazia Deledda con la sua famiglia. Lascia il marito, dipendente del Ccr e presidente del comitato culturale del centro e suo figlio, il bambino che i due avevano adottato.

Alla famiglia della donna le condoglianze della redazione di VareseNews. Apriamo i commenti dei lettori per chi volesse lasciare un pensiero od un ricordo di Giovanna Camilleri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore