Odori misteriosi ad Abbiate, ancora da scoprire le cause

Intervento dei pompieri per due sere consecutive lunedì e martedì in via Broggi e in via Galli. Si temeva una fuoriuscita di gas, ma non è stata trovata l’origine

Per due sere consecutive alcuni residenti di Abbiate Guazzane hanno udito strani odori nella zona. Sul posto sono intervenuti martedì sera i vigili del fuoco che hanno effettuato i rilievi, pensando a una fuga di gas. L’allarme è scattato poco dopo le 21, quando alcuni abitanti della via Broggi hanno iniziato ad avvertire un forte e strano odore nell’aria. Sembrava si trattasse di gas, ma i rilievi dei pompieri hanno escluso l’ipotesi. Nonostante le varie prove effettuate, i vigili del fuoco non hanno potuto stabilire nè la provenienza nè la natura di ciò che ha provocato l’esalazione. Anche la sera prima, poco dopo la mezzanotte, una squadra dei pompieri era già intervenuta, ma in via Galli, che si trova a poche centinaia di metri da via Broggi, sempre a causa di un forte odore proveniente dagli scarichi fognari. Anche in quel caso, l’odore era sparito e non era stata individuata la causa. Sul posto, martedì sera sono intervenuti anche il servizio 118 e la Polizia Locale di Tradate.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Marzo 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.