Napolitano consegna il premio all’innovazione a Whirlpool

Al Quirinale l'azienda con sede europea a Comerio ha ricevuto il Premio “Imprese X Innovazione” dalle mani del Presidente. Altri premi tecnologici a Novartis e MPG Manifattura Plastica di Gallarate

L’innovazione a Varese è di casa. L’industria del territorio su questo fronte ha poco da invidiare ad altre realtà. Lo dicono i fatti.

Quelli emersi dai risultati dall’edizione 2009 del Premio “Imprese X Innovazione”, la gara tra imprese per far conoscere e diffondere modelli organizzativi e strategici improntati alla crescita, organizzata per il secondo anno consecutivo da Confindustria, in collaborazione con l’Associazione Premio Qualità Italia (Apqi).
Sulla base dei punteggi riportati dalle imprese partecipanti nelle varie fasi di valutazione il Comitato Tecnico ha assegnato 4 awards, 8 prize e 17 menzioni speciali. Riconoscimenti andati a realtà produttive di tutta Italia, tra cui spiccano due nomi tutti varesini.

Il primo è quello della Whirlpool Europe a cui è andato un awards (massimo riconoscimento del premio). Il secondo è, invece, quello della Novartis Farma di Origgio a cui è andata una menzione speciale. Le buone notizie, per l’industria varesina non finiscono qui. Per Whirpool Europe c’è un riconoscimento nel riconoscimento. Quest’anno, infatti, il premio “Imprese X Innovazione” è entrato a far parte della categoria “Industria e Servizi” dell’ancor più ambita rassegna “Premio dei Premi” istituita dalla Presidenza del Consiglio.

In quest’ambito, di fronte al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sono stati premiati questo pomeriggio al Quirinale, i primi nove classificati del Premio “Imprese X Innovazione”: 6 nella categoria riservata alle Pmi, 3 in quella delle Grandi Imprese.
Tra queste ultime proprio la Whrilpool Europe, doppiamente insignita dunque, per la sua capacità di innovare. Contribuire al processo di diffusione dell’innovazione del sistema produttivo italiano, creare una cultura d’impresa fornendo un quadro di riferimento per l’eccellenza nella gestione dei processi innovativi, migliorare le prestazioni aziendali attraverso uno strumento di auto-diagnosi che sia in grado di identificare le opportunità di crescita della propria capacità d’innovazione. Questi i tre obiettivi di “Imprese X Innovazione”. Questi i tre fronti su cui l’industria varesina ha saputo ancora una volta spiccare. Con riconoscimenti, quelli andati alla Whirlpool e alla Novartis, che seguono di poco un’altra premiazione che ha visto salire sul podio delle migliori un’azienda varesina.

La MPG Manifattura Plastica di Gallarate ha, infatti, vinto l’Oscar dell’Imballaggio 2009 per il miglior packaging nella sezione speciale “Quality Design”. Giunto alla 52° edizione, e organizzato dall’Istituto Italiano Imballaggio, l’oscar è andato all’azienda guidata da Giampiero Perego per un contenitore di latte in polvere realizzato per la Plasmon. Ad assegnarlo una giuria composta da esperti di confezionamento alimentari e di laboratori di analisi, ricercatori universitari, esperti di design, marketing, ambiente, comunicazione e rappresentanti dei consumatori.

«Questi riconoscimenti – commenta il Presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Michele Graglia – sono la testimonianza di quanto il sistema manifatturiero varesino sappia competere anche sul fronte dell’innovazione intesa a 360 gradi. Sia per quanto riguarda l’organizzazione aziendale, sia lo studio e lo sviluppo di nuovi prodotti e processi produttivi. Un saper fare connotato da un pragmatismo che non smette di essere premiato a livello nazionale. Un vanto per le singole imprese premiate e i loro collaboratori, così come per l’intero sistema economico locale e per il territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 giugno 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore