Libertinismo erudito: cultura lombarda tra cinque e seicento

Dal 15 al 16 Ottobre il castello Visconti di San Vito e il Teatro Condominio assisteranno alla realizzazione del convegno organizzato dalla Società Gallaratese di Studi Patri

Dal 15 al 16 Ottobre il castello Visconti di San Vito a Somma Lombardo e il Teatro Condominio di Gallarate assisteranno alla realizzazione del convegno “Libertinismo erudito: cultura lombarda tra Cinque e Seicento”. Organizzato dalla Società Gallaratese di Studi Patri e diretto dal Professor Andrea Spiriti dell’Università degli Studi dell’Insubria, il convegno vedrà presenti docenti e studiosi provenienti da atenei italiani e stranieri (Accademia di Mendrisio, Università Cattolica di Milano, Università di Genova, Università di Milano, Università di Modena, Università di Pisa, Università di Salerno, Università di Teramo), e verrà integrato da visite di studio al castello Visconti di Somma Lombardo e alla villa Altemps di Crenna. L’occasione di studio sarà la prima di una serie che prevede di toccare i luoghi e punti nevralgici del libertinismo nazionale: sono già in programma per il 2010 un incontro a Genova sulla metà del Seicento, e nel 2011 un altro a Roma per la fine del secolo.
Lo scopo è indagare sulla cultura libertina nello Stato di Milano: su quel modo cioè di agnosticismo religioso, di libertà di pensiero, di interesse per la rivoluzione scientifica, spesso di libertà di costumi e comportamenti sociali che, come un filone sotterraneo, percorre il mondo milanese e lombardo fra Cinque e Seicento, costituendo un’alternativa ma anche un polo dialettico con quel mondo borromaico che tentava di diventare cultura egemone ma che doveva comunque coesistere con la lunga tradizione rinascimentale. Un tema quindi affascinante quanto difficile, che da Milano coinvolge personalità del calibro di Giovanni Battista Marino e Gabriello Chiabrera, che si gioca sul lungo filo che unisce Gerolamo Cardano ai galileiani milanesi, che vede presenti “insospettabili” come Matteo Valerio o Ludovico Settala. E soprattutto un percorso che si snoda fra arte, letteratura e storia con interagenze continue, divenendo motore per artisti come Daniele Crespi e qualificando fenomeni come la scoperta del sistema linfatico. Un tema che ha in Gallarate e zona vicine molti punti di forza: la cultura libertina di Wolfgang Altemps, ideatore della villa di Crenna; gli spunti ermetici nella decorazione del castello Visconti di Somma Lombardo; il filoebraismo dei Sacchi nella chiesa della Madonna degli Angeli a Lonate Pozzolo; la presenza stessa di Daniele Crespi nella basilica di Gallarate.

Il programma

1a PARTE:
 
Giovedì 15 Ottobre, Somma Lombardo, Castello Visconti di San Vito:
presiede Gianvittorio Signorotto
Ore 9.30 Inizio lavori e saluti delle autorità
Ore 10.00 Andrea Spiriti, Prolusione: Il libertinismo lombardo: temi e problemi
Ore 10.45 Guido Canziani, Cardano libertino?
Ore 11.15 Pausa caffè
Ore 11.45 Maria Luisa Baldi, Cardano e la Riforma. Cenni storici
Ore 12.15 Discussione
Ore 12.45 Pranzo
Ore 14.45 Ripresa lavori: visita al Castello Visconti di San Vito di Somma Lombardo
Ore 16.00 Pier Daniele Napolitani, La lezione di Tartaglia
Ore 16.30 Veronica Gavagna, Alcune riflessioni sul significato della matematica
nel pensiero di G.Cardano
Ore 17.00 Pausa caffè
Ore 17.30 Massimo C. Giannini, Secondo Lancellotti e la Congregazione olivetana:
fra erudizione e conflitti
Ore 18.00 Discussione
Ore 18.30 Fine lavori
 
2a PARTE
 
Venerdì 16 Ottobre, Gallarate, Teatro Condominio “Vittorio Gassman”:
preside Alberto Beniscelli
Ore 9.00 Inizio lavori
Ore 9.15 Gianmarco Gaspari, Pitagorismo e numerologia a Milano nel primo Seicento
Ore 9.45 Rosaria Antonioli, Sulle tracce di Ermete: la cultura esoterica nella Milano di inizio
Seicento
Ore 10.15 Roberta Ferro, Vicende della poesia a Milano agli inizi del Seicento
Ore 10.45 Pausa caffè
Ore 11.15 Laura Facchin, I Sacchi: una famiglia di committenti da Milano a Lonate Pozzolo
Ore 11.45 Anna E. Galli, Borromeo libertini eruditi
Ore 12.15 Discussione
Ore 12.45 Pausa pranzo
Ore 14.45 Ripresa lavori: visita al castello Altemps di Crenna
Ore 16.15 Marino Viganò, Giannello Torresani e fra scienza e coscienza
Ore 16.45 Simona Morando, Appunti per un ritratto inedito di Chiabrera
Ore 17.15 Marco Corradini, Parodie mariniane
Ore 17.45 Discussione
Ore 18.15 Conclusioni e progetti
Ore 18.30 Fine lavori
Direzione scientifica: Andrea Spiriti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore