Al falò dei Re Magi si rinnova la tradizione

Come ogni anno si rinnova la leggenda che racconta del passaggio dei re che hanno portato i doni a Gesù, da Busto Arsizio. Polenta e bruscitti e vin brulè per tutti

Si è rinnovata ieri sera la tradizionale vigilia dell’epifania in salsa bustocca con il falò dei Re Magi che ha rischiarato la fredda sera di piazza Cristoforo Colombo. Secondo una locale tradizione (apocrifa) i Re Magi sarebbero passati da Busto Arsizio proprio dal Prà di Re Magi, l’odierna piazza Cristoforo Colombo appunto. Dopo la messa in basilica alle 18,30 una folla di persone, con tanto di fiaccola, si è recata in corteo fino alla piazzetta per accendere il falò approntato dai membri del club dei nasi di Busto Arsizio. Alla manifestazione hanno patecipato anche monsignor Agnesi, il sindaco Gigi Farioli e gran parte della giunta comunale. Attorno alle 20 i bambini, con in mano dei ramoscelli d’ulivo, hanno alimentato il fuoco che ha divampato per oltre un’ora dalla catasta approntata nella piazzetta. Nel chiarore del fuoco i presenti hanno potuto scaldarsi con dell’ottimo vin brulè e con un bel piatto di polenta e bruscitti.

Galleria fotografica

Falò dei Re Magi 4 di 6
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Gennaio 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Falò dei Re Magi 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.