Eve La Plume, la diva dello spogliarello arriva a Varese. Poi si balla

Direttamente dal Chiambretti Night, la burlesque italiana si esibirà al Twiggy di via De Cristoforis domencia 4 aprile. A seguire il concerto degli Shakers

Grande serata a Twiggy. Domenica 4 aprile il locale di Via De Cristoforis ospiterà un doppio appuntamento: il Burlesque Show con Eve la Plume e, a seguire, il concerto degli Shakers.

Eve La Plume Eve la Plume direttamente dal Chiambretti Night, dalle pagine di Playboy Italia, dal festival internazionale Summer Jamboree, arriva per la prima volta a Varese, la regina del Burleque italiana porta in scena uno spogliarello di fine seduzione, ironico e sensuale, con elementi scenici di forte impatto, supportata da costumi di ispirazione vintage. Uno spettacolo da non perdere. I ritmi del Rock’n’roll, anni ’50 e ’60 arrivano invece con gli Shakers, la band varesina capace di regalare un viaggio musicale che parte da Elvis, Chuck Berry, passando per il Twist e il Boogie Woogie, fino agli anni sessanta col Beat e il Surf di Kinks, Beatles e Beach Boys. Una colonna sonora di un bel film in bianco e nero che mette d’accordo Mods, Rockers e ragazzine che si strappano i capelli.
La formazione completa si riunisce la primavera scorsa nella sala prove del batterista, tutti suonano da anni e si conoscono già per essersi incrociati svariate volte in sale prove e palchi live con altre bands. Shakers in concerto al TwiggyRaffaello e Luca, rispettivamente batterista e bassista, suonavano già nello stesso gruppo. Gli altri provengono a loro volta da esperienze diverse, tra progetti di musica originale e cover, tutti accomunati comunque dall’amore per il Rock. Un desiderio comune li spinge tuttavia ad esplorare l’epoca musicale degli anni 50 e 60: ritornare alle origini per assaporare e studiare quel sound minimale e quegli arrangiamenti semplici ed efficaci che poi hanno dato vista a tutto il rock contemporaneo. E’ innanzitutto una pulsione nostalgica, un amore per quei due decenni- benché mai vissuti, dal momento che gli Shakers sono in media sulla trentina – molto diverse tra loro, ma con un elemento comune: la spinta al cambiamento e la consapevolezza che stava nascendo una nuova musica ed una nuova società. Dal momento della loro costituzione mettono rapidamente in piedi un repertorio efficace, composto come già detto da pezzi originali dell’epoca, ma anche da brani reintepretati in chiave rock’n’roll, per poi esibirsi in show serratissimi di un paio d’ore, che non permettono al pubblico di tirare il fiato: al contrario, la gente ascolta coinvolta, balla e canta fino al termine del concerto, quasi senza accorgersene.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Aprile 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.