Candiani: “La Mingardi rimane assessore. Se Damiani non vuole si cerchi altri alleati”

Il segretario della Lega Nord, dopo il consiglio comunale straordinario sull'assessore e il tricolore, è pronto a tutto, anche alla rottura. «Non sta al sindaco di Malnate decidere chi rappresenta la Lega Nord in giunta, altrimenti si faccia sostenere da un’altra lista civica»

Stefano Candiani segretario provinciale della Lega nordStefano Candiani è in viaggio verso Siena, ma con la testa è concentrato su quanto è successo a Malnate la sera prima. «So tutto, sono informato di tutto» dice con tono calmo e perentorio. Dire che il segretario provinciale della Lega Nord è piuttosto contrariato con il sindaco di Malnate, Sandro Damiani, è un eufemismo. «Il sindaco dovrebbe chiarirsi le idee perché Barbara Mingardi rimane assessore in carica – aggiunge il segretario provinciale del Carroccio  – e non sta al sindaco di Malnate decidere chi rappresenta la Lega Nord in giunta, altrimenti si faccia sostenere da un’altra lista civica».
Secondo Candiani, dunque, non solo l’assessore ai Servizi sociali del Carroccio non è dimissionaria ma è sostenuta dalla segreteria anche a costo di rompere l’alleanza con quello che rimane del Pdl. Un’ipotesi che alcuni rappresentanti del centrodestra, tra cui Stefano Clerici (Pdl), avevano già previsto durante il consiglio comunale straordinario di lunedì sera. «Se poi ritiene di dover togliere la fiducia all’assessore – continua Candiani -, lo faccia assumendosi la responsabilità politica del gesto. Non ci saranno più motivazioni coperte dal “tricolore”, ma sarà un’azione di contrasto nei confronti della Lega Nord, nonostante la buona disponibilità dei nostri consiglieri, come è stato dimostrato nell’ultimo consiglio comunale. La Lega si fa garante del suo assessore e se il sindaco non la vuole più lo dica chiaramente, dimissionandola».
Alla fine il segretario provinciale del Carroccio getta la maschera. «Settimana scorsa Damiani ha fatto una riunione in cui ha chiesto all’assessore di presentare una lettera di revoca delle sue dimissioni. Ricordo che la disponibilità al dialogo politico non va confusa con  il farsi prendere per il naso».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Maggio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.