In Italia le polizze rc auto sono le più care d’Europa

Secondo la relazione annuale dell'Istituto di vigilanza (Isvap), il premio medio è praticamente doppio che in Germania, Francia e Spagna (407 euro contro rispettivamente 222, 172, 229), con incrementi cumulati tra il 2002 e il 2009 quasi tripli (17,9% contro il 7%) della media Ue

 La polizza Rc auto è da sempre in Italia il punto dolente per assicurazioni e assicurati. Le polizze aumentano più che in qualsiasi paese europeo. Il presidente dell’Isvap (Istituto per la vigilanza delle assicurazioni private e di interesse collettivo), Giancarlo Giannini nel corso della sua relazione annuale lo ha detto senza mezzi termini: nel 2009 le difficoltà del settore Rc auto, che rischia di divenire il punto di rottura del sistema, si sono acuite con effetti penalizzanti sui cittadini. I dati della relazione lasciano spazio a giustificazioni: dall’aprile del 2009 all’aprile 2010 sono aumentate a due cifre le tariffe medie ponderate relative a tutte le tipologie di assicurati sotto osservazione. «Secondo i dati più recenti disponibili – scrive Giannini nella sua relazione – in Italia il premio medio è praticamente doppio che in Germania, Francia e Spagna (407 euro contro rispettivamente 222, 172 e 229); l’andamento degli indici dei prezzi delle assicurazioni dei mezzi di trasporto per il periodo 2002-2009 mostra per l’Italia un incremento cumulato del 17,9% contro il 7,1% della media europea».

Secondo l‘Ania (Associazione nazionale tra le imprese assicuratrici),  i prezzi delle polizze rc auto  in Italia sono alti perchè i costi sopportati dalle imprese di assicurazione sono i più alti d’Europa. I fattori alla base di questa anomalia sono diversi primo fra tutti una legislazione che permette di considerare permanenti microinvalidità che in tutta Europa non sono considerate tali; un inadeguato contrasto delle frodi e delle speculazioni che sono sempre più diffuse; norme sbagliate e distorsive che impediscono il corretto funzionamento del mercato e inspiegabili ritardi nell’attuazione della normativa prevista dal Codice delle assicurazioni per la valutazione dei sinistri più gravi.

Che cos’è l’Isvap –  è stato istituito nel 1982, è un’autorità indipendente dotata di autonomia patrimoniale, contabile, organizzativa e gestionale. L’Istituto opera per garantire la stabilità del mercato e delle imprese di assicurazione, nonché la trasparenza dei prodotti, nell’interesse degli assicurati e degli utenti in generale.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Giugno 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.