Via per Fagnano attende il raddoppio in fila davanti al maxischermo

Mentre si aspetta la seconda tranche di lavori arriva l'informazione istituzionale, su viabilità e iniziative, dallo schermo a led inaugurato lunedì

In via per Fagnano arriva il maxischermo che accoglie quanti entrano a Busto, chissà, intrattenendoli forse durante le periodiche code, in attesa che venga ultimato l’ampliamento della sede stradale. Il nuovo schermo è stato inaugurato lunedì sotto pioggia e vento. Uno schermo da ben 18 metri quadri che farà scorrere informazioni aggiornate in tempo reale, dalla polizia locale e dal Comune, alternando notizie sulla viabilità alla pubblicizzazione delle iniziative dell’amministrazione comunale, ad esempio quelle per il centenario dalla scomparsa di Enrico Dell’Acqua. Ad installare questa moderna strumentazione a led, ben visibile anche in piena luce diurna, la Gandini Active Group, a costo zero per il Comune, su terreno dato da City Garments, che con la Banca Popolare di Bergamo fa da main sponsor. Insomma, un’iniziativa privata in cui il Comune ha messo lo zampino e dato la "benedizione": e uno schermo che resterà sempre a disposizione per eventuali comunicazioni urgenti a chi entra in città. Il sindaco spera di poter proiettare in diretta anche qualche evento pubblico, benchè la fattibilità della cosa appaia difficile, per ragioni di sicurezza stradale.
Non mancherà della pubblicità, pur limitata, sperando che a nessuno venga in mente di proiettare la desnuda di turno: non certo per moralismo, ma proprio per la sicurezza – proverbiali i tamponamenti provocati anni fa dai tabelloni pubblicitari di un noto reggiseno, mentre gli automobilisti maschi si sforzavano di guardare una famosissima e bionda supermodella … "negli occhi".

Mentre le informazioni sulla viabilità e le iniziative comunali scorrono sul nuovo e luccicante maxischermo, via per Fagnano, divisa tra Busto Arsizio e Olgiate Olona, attende il definitivo completamento degli interventi di allargamento, stretta da code che i precedenti lavori e le rotatorie hanno attenuato ma non ancora risolto. Il traffico vi è sempre pesantissimo, con la Valle Olona che gravita su Busto per lavoro e studio, meno per gli acquisti – Iper, Esselunga: tutto sorto immediatamente a ridosso dei confini di Busto, città "off limits" per la grande distribuzione. La carreggiata del primo tratto di via per Fagnano, lavoro condiviso tra Busto e Olgiate, è stata ampliata mesi fa, prossimamente si stanzieranno ulteriori risorse per il completamento della seconda tranche.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore