Agesp inaugura la nuova sede degli sportelli al pubblico

Agesp Point è all'angolo tra via Magenta e via Marco Polo, a poche centinaia di metri dalla sede aziendale. Tra bollette e allacciamenti, avanzano man mano anche teleriscaldamento e pannelli solari

Agesp "rilancia e raddoppia" con una una nuova sede per i suoi sportelli al pubblico, più adegata all’afflusso e con qualche accorgimento anche per la privacy. Si è inaugarata stamane all’angolo tra via Magenta e via Marco Polo, con tutto il cerimoniale d’occasione: augurio del sindaco, taglio del nastro, benedizione da parte di don Mauro Magugliani.
Soddisfatti i presidenti di Agesp Spa Giuseppina Basalari e di Agesp Energia Achille Broggi. La sede «permetterà di offrire un servizio migliore ai cittadini» che vi si recheranno per bollette, allacciamenti e informazioni varie. Per renderne più agevole l’accesso si è ultimata la sistemazione a parcheggio del alto di via Marco Polo e si è posto un semaforo a chiamata presso l’incrocio; la sede può benificare anche della vicinanza della fermata del bus, rispetto a quella precedente presso la sede aziendale, a varie centinaia di metri di distanza. «L’intero gruppo Agesp vive una sfida epoca, quella del mercato» ha ricordato il sindaco, «che cambia in un settore fortemente competitivo come quello dei servizi. Potremo prendere parte con le nostre società partecipate alle gare d’appalto sul territorio e consolidare quindi la nostra presenza». L’importante è esserci, anche in tempi di liberalizzazioni e concorrenza. Su gas, acqua, energia, quello di Agesp è sempre stato il nome di riferimento per i bustocchi, e intende fermamente rimanerlo.
La sede, con i suoi 400metri quadri, avrà i suoi costi: 45mila euro l’anno di affitto alla proprietà, con compensazioni per spese giò sostenute e lmigliorie apportate ai locali. Tra gli accorgimenti, anche quello di una saletta appartata che potremmo definire l’ufficio casi delicati: purrtroppo il fenomeno delle morosità, delle dilazioni di pagamento e dei rientri dai debiti è in crescita continua, con le difficoltà economiche delle famiglie, e pareva poco opportuno farlo affrontare davanti alla normale fila dello sportello.

Frattanto sul piano energetico il gruppo si muove, come ben sanno gli automobilisti sballottati di qua e di là dai lavori per la posa del teleriscaldamento anche in centro. Per Agesp Energia il presidente Broggi riferisce che senza fanfare, dal 15 ottobre il servizio fornisce calore alle prime 15 utenze allacciate, per lo più condomini; e che le richieste non mancano, in tutte le zone della città in cui è possibile e prevista l’estensione della rete. Al momento i lavori che interessano via Crespi e via Cattaneo in centro sono determinati anche dalla necessità di collegare rapidamente in condominio affacciato sulla seconda via.
Sull’altro intervento energetico, quello in tandem con Ely spa sul fotovoltaico (progetto "1000 tetti fotovoltaici a Busto"), che a fine giugno aveva raggiunto quota 368 aderenti, Broggi riferisce che il tetto di potenza previsto è teoricamente già assegnato, ma per inevitabili problemi tecnici una parte delle richieste di intstallazione non potraà essere accolta (tetti inadatti, sistemi elettrici on a norma, ecc) e dunque qualche spazio per richieste ancor potrebbe esservi. Alcuni degli utenti interessati sono già stati raggiunti dai contratti, e a breve si dovrebbe poter cominciare a montare gli impianti, portando anche a Busto ad un primo sviluppo un settore come quello dei pannelli solari, a lungo negletto ma che vede l’Italia in rapida ripresa sullo scacchiere delle energie rinnovabili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore