Allo stadio con la tessera del fratello, due denunciati

Denunciata anche un'altra persona per sostituzione di persona e false dichiarazioni

Due persone denunciate per sostituzione di persona e false dichiarazioni ad incaricato di pubblico servizio. È successo il 13 ottobre in occasione dell’incontro di calcio “Varese – Livorno”, disputato allo stadio”Franco Ossola” di Varese. Il Personale della Digos ha operato nell’ambito della continua attività di monitoraggio e di controllo soprattutto in ordine alla recente normativa relativa alla Tessera del Tifoso che obbliga chiunque voglia accedere allo stadio a fornire le proprie generalità alla società e alle Autorità, con l’obbligo di esibire un proprio documento d’identificazione in corso di validità.
I due cittadini esibivano al personale della Società Varese Calcio, addetto al servizio di sicurezza dello stadio (stewards), uno la tessera del tifoso intestata al fratello e l’altro un pass di servizio rilasciato dalla Società Varese Calcio spacciandosi per il legittimo titolare.
Nei confronti dei due denunciati è stato proposto il procedimento per l’emissione del Daspo (Divieto di Accedere alle manifestazioni sportive).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore