Cinque faccine della GuidaCriticaGolosa ai ristoratori varesini

I riconoscimenti saranno consegnati nell’ambito di Golosaria, la rassegna di cultura e gusto che si terrà dal 6 all’8 novembre a Milano

Cinque corone e due "faccini radiosi", ovvero i numeri dell’eccellenza della provincia di Varese segnalati sulla IX edizione della GuidaCriticaGolosa alla Lombardia (Comunica Edizioni, 17.50 euro) firmata dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti.

Nella guida che va nel profondo dei vari territori in 480 pagine sono segnalati 457 locali titolari, 284 "altri locali", cui si aggiungono 743 luoghi del gusto e produttori di cose buone oltre a 284 cantine. Ma la GuidaCriticaGolosa alla Lombardia spazia anche nell’enogastronomia di Valle d’Aosta e Liguria con le indicazioni, rispettivamente, di 69 e 274 ristoranti e altri locali, oltre a segnalazioni di negozi, prodotti e cantine.

Tutti i ristoranti recensiti e vergati da giudizio sono stati visitati dallo staff di Papillon con prenotazione sotto falso nome e pagando il conto. In testa alla recensione appare poi il giudizio che viene espresso in “faccini”, ossia mediante la raffigurazione dell’espressione che si dipinge sul volto dopo la prova fatta. Il “faccino radioso” corrisponde al massimo dei voti, ovvero ad un commovente 10 e lode, mentre la "corona" è la perfezione di tutti i piatti del menu provato.

Dunque ecco le corone radiose di Varese: La Piazzetta di Ferno; Ilario Vinciguerra di Galliate Lombardo; Schuman di Ispra; Ma.Ri.Na di Olgiate Olona; Il Sole di Ranco. Il faccino radioso in Varese e provincia è stato assegnato a 2 locali: Osteria del Sass di Besozzo; La Cinzianella di Vergiate.  Artigiano radioso dell’anno è invece l’Azienda Agricola Iris Margherita di Montegrino Valtravaglia.

Questi riconoscimenti saranno consegnati nell’ambito di Golosaria, la rassegna di cultura e gusto che si terrà dal 6 all’8 novembre a Milano (Hotel e Convention Center Melià – via Masaccio, 19). L’appuntamento è per lunedì 8 novembre alle ore 15.00.

Ma Varese sarà protagonista all’Hotel Melià anche con i premi del Golosario, la guida alle cose buone firmata da Paolo Massorbio (domenica 7 novembre, ore 16.00). Nella categoria “Ristoranti Creativi” Ilario Vinciguerra di Galliate Lombardo, premio Consorzio Asti Docg.

"Sempre a Golosaria – dice Marco Gatti – segnaliamo con grande soddisfazione il ritorno della Provincia di Varese tra i partner che animeranno lo spazio lounge della Lombardia con la formaggella Luinese Dop con Miele Liquore a base di grappa e il Dolce di Varese con Brutti e Buoni. Ma di Varese è anche l’Istituto Alberghiero G. Falcone, che curerà tutto l’aspetto di accoglienza e servizio, mostrando la consueta alta professionalità".

«Per quanto concerne i risultati della GuidaGolosa – dice Paolo Massobrio – registriamo un salto in avanti ulteriore che ci fa dire: a Varese si mangia molto bene. Cinque corone radiose in una provincia è un traguardo notevole e questo, accanto alle altre nutrite segnalazioni, è motivo di uno sviluppo concreto di quello che viene chiamato turismo enogastronomico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore