Giovine Italia ricorda la caduta del muro

Volantinaggio davanti a numerosi istituti della provincia. "Scuola ancora troppo influenzata dalle ideologie, si studia poco la storia contemporanea"

La Giovine Italia, associazione giovanile del PdL, volantina nelle scuole per ricordare gli avvenimenti del 9 novembre 1989, quando il muro che divideva Berlino e simbolicamente l’Europa intera veniva abbattuto «dalla forza di volontà dei berlinesi e di un generazione intera».
I giovani del PdL ricordano la caduta del muro di Belino e attaccano: "scuola influenzata dalle ideologie"Un evento che cambiò il mondo, restituendo la libertà a milioni di persone dell’Europa dell’Est, "libere" di passare finalmente le frontiere dei Paesi occidentali, è stato ricordato da Giovine Italia con un volantinaggio davanti alle scuole di Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Luino, Tradate e Bisuschio.
La giornata di mobilitazione è segnata anche da qualche accenno polemico contro una scuola considerata reticente per ragioni ideologiche: «Prendiamo atto che a scuola non si studiano gli eventi della nostra storia contemporanea e moderna – afferma MatteoTempesta, responsabile provinciale di Studentinazione, branca studentesca di Giovane Italia – la scuola è ancora troppo influenzata dalle ideologie e a farne le spese sono gli studenti che crescono senza conoscere avvenimenti, le date e i personaggi importanti del nostro recente passato».
«Ricordare l’unificazione dell’Europa, avvenuta con la caduta di quell’odioso muro, –  aggiunge Stefano Clerici, presidente provinciale della Giovane Italia- è un dovere morale. Ma i giovani di Destra non si limitano a celebrare una data: il 9 Novembre, Festa dei Popoli Europei, rappresenta per noi la speranza di un’Europadavvero unita, orgogliosa della sua tradizione millenaria e ponte tra oriente ed occidente»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore