La Voce delle Stelle rieccheggia a Villa Recalcati

Presentata nella sede della Provincia la serata dedicata allo sport disabile del prossimo 25 novembre. Annunciati alcuni momenti speciali, come il premio dedicato a Carlo Chiodi o la presenza della giovane schermitrice Bebe Vio

Ci sarà un servizio d’accoglienza speciale alla grande serata dedicata allo sport disabile di giovedì prossimo, 25 novembre, al Cinema Teatro Vela di Varese, quello preparato da ragazzi e ragazze dell’Itpa "Nuccia Casula" che oggi hanno affollato la sala consiliare di Villa Recalcati dove è stata presentata la bella manifestazione organizzata come ogni anno da Roberto Bof e – dall’anno scorso – dalla Onlus Sestero.
La presenza degli studenti del "Casula" e la sede della Provincia sono due aspetti importanti in vista dell’appuntamento del Vela: rappresentano infatti il radicamento che la serata di gala (il termine è quello, poi però il tutto si svolge in maniera assolutamente informale, come è giusto che sia) ha ormai sul nostro territorio. Una realtà a 360 gradi, che dà spazio all’attività di base come a quella di alto livello, destinando risorse importanti (gli assessori Campiotti e De Bernardi Martignoni hanno parlato di 200mila euro investiti nel 2010) per una fascia di popolazione che deve sempre più essere integrata nella vita quotidiana. «Il bello di tutto questo – ha sottolineato il presidente Dario Galli – è che molte associazioni dedicano a chi ha bisogno tempo e lavoro; c’è una reale collaborazione spontanea tra cittadini che permette il prolificare di iniziative così rimarchevoli».
La serata del Vela, giunta all’ottava edizione (le prime, a Villa Cagnola, richiamavano appena qualche decina di persone…), darà così ancora una volta voce a tante realtà che la gente comune fatica a conoscere. Molte di queste associazioni tra l’altro hanno ricevuto una spinta importante negli ultimi mesi grazie al progetto "Cambio passo" che ha "coalizzato" una quindicina di soggetti, li ha coinvolti nel rapporto con la pubblica amministrazione e ha fatto da incubatore una serie di iniziative (come il torneo "Lasciateci scalciare in pace" o il recente spettacolo di Simone Cristicchi) che si concluderà proprio con il gala dello sport disabile e la "Pedala con i campioni" del Brinzio l’8 dicembre prossimo.
Durante il corso della presentazione Roberto Bof ha illustrato il programma della "Voce delle stelle" che, lo ricordiamo, non prevede posti prenotati in sala; tra i momenti più attesi c’è quello con il calendario del Varese 1910 dedicato ai ragazzi down e ambientato al "Franco Ossola" insieme ai giocatori, oppure la premiazione nel nome di Carlo Chiodi di due giornalisti che si sono spesi per promuovere lo sport disabile e ancora lo spazio dedicato a Santino Stillitano (foto a lato), portiere della nazionale di Sledge Hockey che alle ultime Paralimpiadi ha tenuto per metà partita in scacco l’intero squadrone canadese padrone di casa. E poi non mancherà una tesimonianza bella e struggente, quella della 13enne Bebe Vio, una bambina di Mestre cui sono state amputate braccia e gambe per un’improvvisa meningite. Appena rimessasi Bebe ha fermamente dichiarato di voler tornare a tirare di scherma e ora gareggia grazie ad alcune protesi realizzate appositamente. La sua presenza sarà accompagnata da quella della Società Varesina di Ginnastica e Scherma che porterà al "Vela" i propri atleti come promesso dal presidente Massimo Pozzi. All’appello hanno intanto aderito altri grandi club della realtà provinciale, come la Cimberio o la Yamamay che quella sera sarà impegnata sul campo ma che ha già voluto sottolineare il proprio sostegno e invierà un contributo video che sarà proiettato insieme ad altri filmati.
L’appuntamento dunque è per giovedì 25 dalle ore 21 al "Vela", anche se sarà utile arrivare con un po’ di anticipo perché il pienone in questo caso c’è davvero. Per fortuna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore