Luchino Visconti e la musica, compagna di una vita d’artista

Un aspetto non secondario della cultura e dell'opera del grande regista ("Il gattopardo", "Senso", "Rocco e i suoi fratelli") sarà narrato venrdì sera ai Molini Marzoli dalla nipote Anna Gastel, presidente del FAI Lombardia

La Delegazione FAI del Seprio organizza per venerdì 19 novembre, alle ore 21, a Busto Arsizio, nella Sala delle Tramogge dei Molini Marzoli (viale L. Cadorna, angolo vicolo Molino), una conferenza dal titolo La musica d’autore nella vita e nell’opera di Luchino Visconti. Relatrice Anna Gastel, nipote del regista e Presidente del FAI Lombardia che, con la collaborazione di Guido Taroni, presenterà filmati e proiezioni di immagini e documenti, anche inediti, provenienti dall’archivio di famiglia, accompagnati da registrazioni di brani musicali.

Quarto di sette fratelli educati all’amore per l’arte e per la musica, Visconti a quattordici anni tenne il suo primo concerto di violoncello. La Madre, Carla Erba, erede della dinastia farmaceutica, diplomata in pianoforte e amica dei maggiori musicisti dell’epoca – da Verdi a Puccini, da Mascagni a Toscanini – ed il padre, Giuseppe Visconti di Modrone, amante del Teatro di Prosa e d’Opera, influirono molto sulle passioni del giovane Luchino.

Dopo la parentesi durata otto anni, in cui Visconti si dedicò all’attività di allenatore di cavalli da galoppo, fu la musica d’autore – di Bruckner, Franz, Mahler, Wagner ed altri – il filo conduttore dell’opera del grande Maestro, regista di ben 83 lavori che spaziano dal teatro di prosa al teatro lirico, dai film (alcuni dei quali leggendari, come "Senso", "Rocco e i suoi fratelli" o "Il gattopardo") ai balletti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore