“Zahid non vuole tornare in patria, non possiamo fare altro”

La risposta dell’amministrazione comunale sulla situazione del 34enne di origine pachistana che ha perso casa e lavoro: ha rifiutato il viaggio di ritorno nella nazione di origine

«Abbiamo preso contatti con il consolato pakistano ma sono loro, è questa famiglia, che non si vuole far aiutare». Parole del sindaco Luciano Porro e del vicesindaco Valeria Vallioni, di fronte alla situazione di Mehmood Sheikh Zahid, il 34enne di origine pakistana, da 14 a Saronno che ha recentemente perso casa e lavoro.
L’uomo da giorni si apposta fuori dal municipio, con le valige e parte della famiglia per chiedere un intervento da parte dell’amministrazione comunale, per trovare una casa in affitto. «Il comune – spiega il vicesindaco -, attraverso il settore dei servizi sociali, si è attivato per poter aiutare l’uomo a far entrare la moglie e la figlia in comunità, o anche per poter contribuire al ritorno in Pakistan». Zahid aveva tempo fino a oggi, martedì, per dare una risposta all’amministrazione comunale, ma ha rifiutato entrambe le proposte. Lui preferisce rimanere a Saronno, come aveva detto nei giorni scorsi: non vuole tornare in Pakistan «dove non c’è lavoro e dove tutti scappano». 

La situazione sembra quindi essere in stallo. Zahid e la famiglia di notte sono ospiti da amici connazionali, mentre di giorno si reca sempre in municipio. «Abbiamo anche preso contatti con il consolato pachistano – aggiunge il primo cittadino, Luciano Porro -, ma questa persona deve capire che non ci sono corsie preferenziali e che le regole vanno rispettate, per tutti».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Giugno 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.