Furto di rame al cimitero, i ladri si portano via i tetti

Decine di lastre di rame asportate da un gruppo sicuramente ben organizzato che ha terminato il lavoro in una sola notte. Ora i loculi sono tutti senza copertura

I ladri hanno agito in maniera più che organizzata e i segni si vedono, come è possibile notare nella foto a sinistra. Tutte le file di loculi del cimitero di Borsano, a Busto Arsizio, sono ora senza copertura. I tetti in rame si sono volatilizzati ma non per colpa del vento. Probabilmente il lavoro è stato fatto in una sola notte (tra sabato 4 domenica 5 febbraio) da un gruppo di ladri che, approfittando dell’isolamento del luogo e del buio, sono riusciti ad asportare dalla struttura metallica decine di lastre del pregiato materiale che, da molto tempo, è al centro delle attenzioni di chi è in cerca di fare affari in maniera illecita. Il suo valore è cresciuto notevolmente negli ultimi anni e questo fa sì che diventi bersaglio di operazioni spettacolari come questa. 

Galleria fotografica

Ladri di rame scoperchiano un cimitero 4 di 6

Facile immaginare lo stupore dei visitatori del cimitero che all’improvviso si sono trovati davanti ai tetti completamente scoperchiati. Solo uno dei pannelli di copertura è stato lasciato al suo posto, probabilmente perchè giudicato troppo difficile da raggiungere. Nel muro di cinta è possibile anche vedere il buco lasciato dalla banda che ha agito. In questo caso è bastato sfilare le tre lastre di cemento dai due montanti ed il gioco è fatto, l’accesso assicurato e senza fare il minimo rumore. Dopotutto anche i ladri rispettano il riposo eterno altrui. Sul fatto indagano le forze dell’ordine.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Febbraio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ladri di rame scoperchiano un cimitero 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.