Omicidi, estorsioni, investimenti immobiliari. I luoghi di mafia in una mappa

L'idea di VareseNews di una mappa che rappresentasse la storia degli ultimi dieci anni su una mappa è stata ripresa dall'Associazione AiSLo, che ne ha fatto una versione stampata

Estorsioni, omicidi, intimidazioni, ma anche investimenti immobiliari e altri affari. L’attività delle mafie nel territorio tra Basso Varesotto e Alto Milanese sono state messe in luce dalle indagini e dalle prime sentenze (in primo grado) che hanno colpito la ‘ndrangheta del locale Lonate Pozzolo-Legnano, ma anche la mafia gelese a Busto Arsizio e la camorra nella zona di Malpensa.
Vedere i luoghi della mafia su una mappa fa impressione e aiuta a comprendere il fenomeno, a non dimenticare i tasselli: per questo l’Associazione Italiana Sviluppo Locale ha deciso di riprendere l’idea di VareseNews di una “mappa interattiva” per farne uno strumento di “narrazione collettiva”. Proprio “la lotta alle mafie come narrazione collettiva” era il titolo dell’incontro tenutosi mercoledì pomeriggio alla libreria Biblos, con Pasquale Iorio (AiSLo, autore del libro dedicato al tema) e Massimo Brugnone dell’associazione per la legalità Ammazzateci Tutti. La mappa “Luoghidimafia” sarà a disposizione di chiunque la voglia utilizzare, attraverso l’associazione AiSLo, che ha una sede anche a Gallarate. Inoltre in futuro è previsto che la mappa rimanga aggiornata .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore