Accordi con la Svizzera: i ministri si incontrano a Roma

Il consigliere federale Ammann sarà ospite del ministro Passera. All'ordine del giorno "temi d'attualità riguardanti le relazioni economiche tra Svizzera e Italia"

Continuano le trattative tra Italia e Svizzera in materia di tassazione dei capitali detenuti all’estero nella giornata di domani è stato fissato un incontro tra i ministri dell’economia dei due paesi. Il Consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann, Capo del Dipartimento federale dell’economia (DFE), incontrerà a Roma il Ministro italiano dello sviluppo economico Corrado Passera. Il colloquio con il ministro, secondo le anticipazioni del Dipartimeno, verterà sulla situazione economica generale e su temi d’attualità riguardanti le relazioni economiche tra Svizzera e Italia, nonché sulla promozione delle PMI e delle start-up. Altri temi saranno la situazione del mercato del lavoro in Europa e l’andamento dell’economia mondiale.
 

L’Italia, si legge nella nota del Dipartimento federale dell’economia è il secondo partner commerciale della Svizzera, di cui rappresenta anche il terzo mercato d’esportazione e il secondo Paese fornitore.

Nel 2011 la Svizzera ha importato beni dall’Italia per 19 miliardi di franchi
e ha esportato merci per un valore di 16 miliardi. A causa della crisi economica nell’anno in corso il commercio estero ha subito un calo: da gennaio a ottobre 2012 le esportazioni verso l’Italia sono diminuite del 6,9% e le importazioni dall’Italia del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

L’Italia occupa un posto di rilievo anche nel settore degli investimenti diretti. Alla fine del 2010 il capitale svizzero affluito in Italia ammontava a 20 miliardi di franchi, corrispondenti a 76 000 posti di lavoro, il che rendeva la Svizzera il settimo investitore straniero in Italia. Gli investimenti diretti dell’Italia erano pari a 5 miliardi e rappresentavano 14 000 posti di lavoro, il che rendeva l’Italia il nono investitore straniero in Svizzera.

A Milano l’incontro con le imprese svizzere in Italia:
Dopo il colloquio romano il Consigliere Schneider-Amman si recherà a Milano, dove incontrerà i responsabili delle principali imprese svizzere con sede in Italia. La sosta nel capoluogo lombardo sarà l’occasione anche per sottolineare il potenziamento del nuovo Swiss Business Hub Italia, che opera ormai all’interno del Consolato generale di Svizzera. Lo Swiss Business Hub, in collaborazione con l’OSEC, ha ricevuto dalla SECO l’incarico di sostenere i progetti d’esportazione delle PMI svizzere verso l’Italia. L’evento si terrà presso lo Swiss Corner del Centro Svizzero di Milano (Piazza Cavour), uno spazio espositivo e ristorativo della Camera di Commercio Svizzera in Italia destinato alle imprese svizzere che desiderano avviare un’attività promozionale in Italia. Durante l’incontro prenderanno la parola il Consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, l’Ambasciatore di Svizzera in Italia Bernardino Regazzoni, il Console generale di Svizzera Massimo Baggi, il Direttore dello Swiss Business Hub Italia Philippe Praz, il Direttore Global Market presso l’OSEC Markus Wyss, il Presidente dell’Agenzia italiana per l’internazionalizzazione Riccardo Monti e il Presidente della Camera di Commercio Svizzera in Italia Giorgio Berner. Sarà presente anche la Consigliera di Stato del Canton Ticino Laura Sadis, Direttrice del Dipartimento delle finanze e dell’economia che farà parte della Delegazione svizzera a Roma.

Leggi anche – Accordo sui conti in Svizzera: "Una catastrofe per il Ticino"

Nelle trattative con la Svizzera anche le tasse dei frontalieri
Svizzera e Italia: primo vertice su evasione, black list e frontalieri

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.