Due concerti per i 25 anni della “Marco Riva”

La comunità fondata da don Isidoro Meschi sarà festeggiata dai pianoforti di Grazia e Chiara Pellegatta e dai gruppi Clio e Daydream

Le celebrazioni per il venticinquesimo anniversario di fondazione della Comunità “Marco Riva”, realtà fondata dal compianto don Isidoro Meschi, molto attiva in città nell’ambito della cura delle tossicodipendenze, si concluderanno il 9 novembre con due appuntamenti musicali in programma nella sala conferenze del museo del Tessile, organizzati in collaborazione con l’Associazione “Amici di Don Isidoro” e con il sostegno dell’Amministrazione Comunale.
Il primo, che inizierà alle ore 18.00, è dedicato alla musica classica: si tratta di un concerto per pianoforte che avrà come protagoniste Grazia e Chiara Pellegatta che eseguiranno brani di Liszt, Franck, Schumann e Skrjabin. La presentazione della serata è affidata alla professoressa Lucia Marrese, rappresentante dell’associazione Amici di don Isidoro. 

Il secondo concerto è in programma alle ore 21.00 ed è dedicato alla musica moderna con la partecipazione dei gruppi Clio, Daydream..

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.