“Imprese x 100” , accordo tra Unione Industriali e Intesa Sanpaolo

Record di risorse dedicate a un singolo territorio. 100 milioni di euro per il sistema produttivo varesino . Tassi concordati, tempi più spediti per le delibere, contatto diretto

Un plafond da record pari a 100 milioni di euro per finanziare le imprese manifatturiere del Varesotto. Tra gli stanziamenti di una banca a vantaggio dell’industria di  un solo territorio non ha probabilmente precedenti la somma messa a disposizione dall’accordo sottoscritto quest’oggi tra Intesa Sanpaolo e Unione degli Industriali della Provincia di Varese.
Un’iniziativa ribattezzata “Imprese x 100” e mirata alla soluzione concreta e più rapida delle
problematiche che in questa fase le imprese si trovano ad affrontare relativamente alle diverse
necessità di finanza aziendale per il rilancio e di sostegno al circolante per emergenze di
liquidità. Obiettivo dell’accordo è rafforzare ulteriormente il dialogo tra Impresa, Banca e Territorio, con la priorità di supportare le esigenze del sistema produttivo, coprendo tutti gli ambiti della gestione
aziendale. I punti di forza di ““Imprese x 100” infatti sono oltre al plafond record, anche i
tassi concordati con spread che si assestano a livelli anch’essi individuati appositamente per questa
finalità con la direzione regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo, tempi celeri di risposta alle
richieste di credito da parte delle aziende (15 giorni al massimo), l’iter deliberativo diretto che
verrà portato avanti dalle filiali della banca con una corsia preferenziale per le linee di credito
richieste dalle imprese associate all’Unione Industriali varesina.
Il plafond di 100 milioni di euro è disponibile da oggi su tutta una serie di servizi del Gruppo
Intesa Sanpaolo
: dai finanziamenti a breve termine per esigenze di liquidità quali il sostegno al
circolante, a progetti di sviluppo a medio e lungo termine, passando per le attività di export,
l’assistenza per l’individuazione di sbocchi su nuovi mercati e le iniziative di ricerca, sviluppo e
innovazione.
«Con questo accordo – dichiara il presidente dell’Unione degli industriali della provincia di Varese, Giovanni Brugnoli – diamo concretezza, insieme a Intesa Sanpaolo, al concetto di competitività territoriale. Il plafond, fino ad oggi mai raggiunto di 100 milioni di euro messo a disposizione delle imprese associate alla nostra Unione industriali rappresenta un importante vantaggio competitivo rispetto ad altre realtà manifatturiere. L’esclusività dell’intesa che firmiamo oggi, pur in futuro  replicabile in altri territori, è stata studiata appositamente per il nostro sistema produttivo locale
varesino e rappresenta, sia per l’importo in sé, sia per i canali preferenziali che saranno garantiti
alle aziende, un importante fattore di novità in una situazione generale di accesso al credito che
rimane difficile per la gran parte delle aziende. Problemi che solo accordi come questo possono
risolvere».
«Per affrontare insieme agli imprenditori il perdurare di una fase di grande complessità, il ruolo
della banca oggi è quello di fornire un riscontro in breve tempo, di ridurre i tempi di delibera e di
snellire i processi mantenendo al centro le esigenze dell’impresa e del territorio. – ha dichiarato
Pier Aldo Bauchiero, direttore regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo – In questo modo
rinnoviamo il nostro impegno per essere sempre a fianco degli industriali e, da oggi in particolare,
anche degli associati Univa. La nostra priorità, infatti, è dare risposte concrete in tempi stretti per
rendere finalmente realizzabili i progetti meritevoli con il nostro sostegno finanziario».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.