In tilt i sistemi di allarme della banca, indaga la Polizia

Indagini in corso per la tentata rapina che avrebbe fatto scattare i sistemi di allarme alla Banca di credito cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate

La polizia di Stato sta indagando sulla tentata rapina alla Banca di credito cooperativo di busto Garolfo e Buguggiate. Gli allarmi anti-rapina sono scattati nella notte per un motivo ancora da chiarire. Questa mattina alcuni dipendenti si sono accorti che gli allarmi erano entrati in funzione ma non hanno saputo spiegare il motivo di questa circostanza. Per tutta la mattina la polizia ha parlato con i dipendenti della banca e ha cercato di capire il funzionamento del sistema elettronico. Non si esclude un guasto ma, trattandosi di una banca, è evidente che il sospetto di un tentativo di intrusione sia la prima pista da verificare. Quel che è certo, é che gli inquirenti sono molto prudenti. Il blocco di un sistema antirapina é un fatto eccentrico e in realtá appare un po’ strano quanto accaduto questa notte. Il cartello all’esterno indicava "chiuso per rapina".

Galleria fotografica

Rapina alla BCC di Buguggiate 4 di 7
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Novembre 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rapina alla BCC di Buguggiate 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.