Lo “strano” dipendente della Fondazione Ponte del Sorriso

Dopo aver appreso i dati relativi alla fondazione, un lettore si domanda come mai uno dei due dipendenti sia il marito della presidente

 Caro direttore,

Al via delle ruspe era presente,con regolamentare caschetto in testa,  la sig.ra Crivellaro,responsabile  della Fondazione Ponte del Sorriso, che oggi ha rilasciato un’intervista nella quale, a difesa di certe voci, dice che la Fondazione …bla,bla.bla…e ha in organico 2 dipendenti.
Tutto bene. Solo che , essendo uno di questi dipendenti, il marito della medesima signora Crivellaro, sorge in me un dubbio, premesso che ritengo  che,all’interno della Fondazione della sig.ra Crivellaro,  tutto sia stato fatto e si svolga nella più larga trasparenza.

Benedetta signora, tra le tante opzioni che offre il mercato, tra tanta gente e tanti giovani,bravi e laureati e diplomati, che cercano lavoro, non era meglio se suo marito si dedicava  alla Fondazione gratuitamente e volontariamente,anzichè diventarne dipendente?
Poi, poichè, ci  informa  che si sono raccolti fondi per quasi 2 milioni di euro, è necessario avere 2 dipendenti a libro paga?
Probabilmente sì ma 2 dipendenti costano.
La classe politica, vedi gli scandali nella Giunta Formigoni, ci lascia perplessi ma anche certe scelte nel volontariato privato,vedi ospedale S.Raffaele, fanno cadere le braccia.
Al Ponte del Sorriso tutto è  perfetto ma se il presidente dirige  2 dipendenti e uno di questi è suo marito, hai voglia a rilasciare interviste.
Io sono consigliere di una onlus ma se il mio presidente proponesse di assumere sua moglie a fare la segretaria,lo faremmo correre  a passi lunghi e ben distesi.
Grazie dell’ospitalità.
Cordiali saluti.
B:BRUNI

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.