Seprio, nuovo esposto alla Corte dei conti. Ma dal centrodestra

Il documento è firmato da Lega Nord, Pdl e Movimento prealpino per il mancato inserimento nel bilancio dei 13 milioni che il comune dovrebbe alla società. Il sindaco: “Dimenticano gli 8 milioni che ci devono loro”

Seprio Servizi e bilancio comunale, la questione finisce sul tavolo della Prefettura e della Corte dei Conti. Questa volta a presentare un’esposto sono stati i consiglieri comunali di minoranza (Lega Nord, Movimento Prealpino e Popolo delle Libertà). Nel mirino dei consiglieri il mancato inserimento nel bilancio, da parte dell’attuale Amministrazione di centrosinistra, di una voce riguardante i 13 milioni di euro che la Seprio Servizi ha fatturato al Comune. Documento in cui si ipotizza anche la possibilità del “falso in bilancio”.
La questione risale a diversi mesi fa, quando la società guidata dall’allora amministratore Antonio Papale, aveva sollecitato il pagamento al comune delle fatture riguardanti i lavori eseguiti negli ultimi cinque anni. La novità dell’esposto presentato dal centrodestra tradatese è emersa durante il consiglio comunale di mercoledì sera, 7 novembre, con una richiesta da parte di Stefano Castiglia del Movimento 5 stelle, il quale chiedeva se corrispondesse a verità l’informazione sull’esposto.
A rispondere è stato lo stesso sindaco Laura Cavalotti: «Premetto che questo esposto è arrivato il 31 ottobre, con una nota della prefettura che chiede di conoscere le valutazioni dall’amministrazione comunale – spiega il primo cittadino -. Nell’esposto si chiede che venga valutato il bilancio perché non comprende i 13 milioni di euro fatturati da Seprio. Ma la cosa più rilevante è un’altra: nell’esposto si sostiene la tesi dell’amministratore della Seprio senza curare gli interessi del Comune. Ovvero, contestualmente ai 13 milioni, l’ho detto più volte, il Comune è creditore di 8milioni e 200mila euro. Rispetto a questa situazione è stato dato incarico a una società esterna per una valutazione e in questi giorni hanno chiesto ulteriori documenti. A breve dovrebbe arrivare una valutazione più precisa sulla situazione. È comunque mia intenzione rispondere presto anche alla Prefettura».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.